Crea sito

Carabiniere muore per catturarli, ma uno dei ladri è subito libero

Uno dei componenti della banda dei ladri che ha causato, durante la loro fuga la morte del vice-brigadiere Emanuele Reali è già libero (se la caverà con un obbligo di dimora a Napoli) altri due sono ai domiciliari ed il quarto, quello che il militare stava rincorrendo, è ancora ricercato. Il vice-brigadiere di 34 anni in servizio al Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri della Compagnia di Caserta ricordiamo è morto investito da un treno mentre inseguiva un presunto ladro, a poche centinaia di metri dalla stazione ferroviaria di Caserta. Il militare, in abiti borghesi, non si è accorto dell’arrivo del treno ed è stato travolto all’altezza di via Ferrarecce, in pieno centro cittadino. Il carabiniere era sposato e aveva due figli.