Crea sito

Disturbo bipolare o disturbo borderline di personalità? Comprendere la differenza è fondamentale.

Diagnosticare la malattia psichiatrica non è facile. Di solito non ci sono test di laboratorio, indicazioni fisiche o misurazioni quantitative in grado di distinguere una malattia da un’altra e spesso nessuna bacchetta magica in grado di garantire un trattamento efficace. I medici dipendono da una descrizione dei sintomi e dei modelli nel tempo per fare una diagnosi e questi spesso appaiono simili anche quando la malattia sottostante è molto diversa.

Un esempio di questa difficoltà è l’incidenza del disturbo borderline di personalità che viene diagnosticato erroneamente come disturbo bipolare. Entrambi sono caratterizzati da comportamento impulsivo, sbalzi d’umore e pensiero suicida, ma hanno cause e trattamenti differenti. Solo un professionista medico esperto può fare la diagnosi giusta e determinare il trattamento appropriato, ma i pazienti e le loro famiglie possono aiutare prestando attenzione ai propri pensieri e sentimenti e descrivendoli accuratamente.

La differenza fondamentale tra disturbo bipolare e disturbo borderline di personalità è che il disturbo bipolare è un disturbo dell’umore e il disturbo borderline di personalità, come suggerisce il nome, è un disturbo di personalità.

I disturbi dell’umore sono caratterizzati da drastici cambiamenti dell’umore che possono manifestarsi improvvisamente o casualmente senza un apparente trigger. La depressione è il disturbo dell’umore più comune.

I disturbi della personalità sono caratterizzati da un modello a lungo termine di pensieri, sentimenti e comportamenti che causano angoscia e problemi di funzionamento, in particolare nelle relazioni interpersonali e spesso con forti reazioni a conflitti o altri eventi esterni. La paranoia e il narcisismo sono aspetti fondamentali di alcuni disturbi della personalità.

Il disturbo bipolare, noto anche come depressione maniacale, provoca sbalzi d’umore estremi con periodi alternati di mania e depressione che non sono correlati a eventi esterni e possono durare giorni o settimane. Durante i periodi di mania, i sintomi possono includere esplosioni eccessive di energia fisica e / o mentale, pensieri di corsa, alti livelli di felicità o irritabilità, comportamenti rischiosi e impulsivi e mancanza di sonno. I periodi di depressione sono caratterizzati da una tristezza profonda e persistente; bassi livelli di attività ed energia; perdita di piacere in attività precedentemente piacevoli; cambiamenti nell’appetito e / o nelle abitudini del sonno; sentimenti di inutilità o senso di colpa; e pensieri ricorrenti di suicidio o di farsi del male. Tra periodi di mania e depressione, le persone possono avere periodi brevi o lunghi di stabilità e benessere.

Il disturbo borderline di personalità può assomigliare al disturbo bipolare nella sua manifestazione di comportamento impulsivo, sbalzi d’umore e pensieri di suicidio o autolesionismo . Dove differisce in modo più evidente è in presenza di modelli a lungo termine e persistenti – piuttosto che ciclici – di relazioni interpersonali caotiche e instabili ed episodi di cambiamenti di umore e impulsività che sono spesso innescati da difficoltà interpersonali. Le persone con disturbo borderline di personalità sono molto sensibili e reagiscono in modo intenso e sproporzionato al conflitto o alla delusione. Hanno difficoltà a controllare le proprie emozioni e reagiscono con risposte inappropriate, come un impulso all’autolesionismo. Possono compiere sforzi frenetici per evitare l’abbandono, che destabilizza ulteriormente le relazioni o porta ad aggrapparsi a relazioni inappropriate.

Si ritiene generalmente che il disturbo bipolare si basi su fattori biologici – la struttura e la chimica del cervello – ed è reattivo a farmaci come stabilizzatori dell’umore o antipsicotici , solitamente combinati con la psicoterapia per aiutare le persone a imparare a gestire la loro condizione. Il disturbo borderline di personalità non ha una causa biologica e i farmaci non sono l’obiettivo principale del trattamento. Il disturbo è radicato in una combinazione di temperamento volatile e fattori di sviluppo che influenzano l’ attaccamento emotivo come l’abuso o l’abbandono. Diverse modalità di psicoterapia sono efficaci nel trattarla, di solito a lungo termine, a volte in combinazione con farmaci per trattare un sintomo specifico come l’ ansia.

In un determinato momento, i sintomi di questi disturbi possono essere simili, rendendo fondamentale la comprensione dei modelli di comportamento nel tempo. Quando non è in un periodo maniacale o depressivo, una persona con disturbo bipolare può funzionare bene. Possono avere relazioni strette che sono influenzate dai loro episodi di malattia ma sono comunque stabili.

La personalità borderline mostra raramente stabilità. Le loro relazioni interpersonali tendono ad essere caotiche e le loro risposte emotive eccessivamente intense.

Entrambi i disturbi sono condizioni gravi e sebbene entrambi possano essere trattati con successo, le loro opzioni di trattamento sono molto diverse e il loro successo dipende da una diagnosi corretta e da un piano personalizzato di cura e supporto attentamente elaborato.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com