Crea sito

Erosione costiera a Galati Marina, De Luca (M5S): I soldi non bastano, si va verso lo stralcio.

“L’Ars corra ai ripari. I deputati messinesi siano compatti”

“A Galati Marina si va verso la ripresa dei lavori ma i soldi non bastano, l’Ars intervenga”. Lo afferma il deputato M5S all’Ars Antonio De Luca
che sulla questione dell’erosione costiera a Galati Marina ha incontrato il responsabile unico del procedimento e il Commissario Maurizio Croce per fare il punto della situazione. La conferenza dei servizi, propedeutica all’avvio del cantiere per la realizzazione dell’opera necessaria alla protezione e al risanamento del tratto di litorale che va da Santa Margherita a Galati Marina, si è conclusa pochi giorni fa con il parere favorevole di tutti gli enti preposti, compresa la Sovrintendenza del Mare.
“Dall’approfondimento effettuato con gli uffici – afferma De Luca – è emerso però che il progetto rischia di rimanere incompleto perché non bastano i soldi. Ho quindi immediatamente depositato in Finanziaria un emendamento, approvato in commissione Bilancio, per superare l’impasse e completare l’opera senza rallentamenti. I cittadini dopo avere atteso tanto, hanno diritto a vedere l’opera completata nel più breve tempo possibile nella sua interezza”.
“Abbiamo appreso – spiega De Luca – che ci sono una serie di problemi economici che impongono alla struttura commissariale di suddividere l’opera in due stralci, uno immediatamente finanziabile e uno che al momento non ha copertura. Per la realizzazione dell’opera era, infatti, previsto un finanziamento del Patto per il Sud di circa 4,5 milioni di euro, ma dal 2015 ad oggi, tra somme urgenze e stralci, sono rimasti in cassa appena due milioni e duecentomila euro. Una cifra che, nonostante il ribasso con cui è stato aggiudicato l’appalto, non è assolutamente sufficiente alla realizzazione dell’opera come da progetto esecutivo. Occorre quindi recuperare una somma di circa 1 milione di euro per realizzare il secondo stralcio e completare i lavori inizialmente programmati. Per questa ragione ho presentato un emendamento che rimodula 1 milione di euro di fondi extra regionali che è già stato approvato in commissione Bilancio e che, se approvato anche in aula, consentirà di finanziare immediatamente il secondo stralcio e quindi di garantire in tempi rapidi il completamento dell’opera”.
“Occorre adesso – conclude De Luca – una grande compattezza del fronte parlamentare messinese per consentire l’approvazione in aula dell’emendamento necessario a restituire la dovuta serenità ai cittadini di Galati Marina e di Santa Margherita”.