Crea sito

Fibra Ottica, Laimo: Disagi senza fine sul Viale Regina Elena e su tutto il territorio della V Circoscrizione

Il territorio della quinta circoscrizione in queste ultime settimane si è ritrovato letteralmente flagellato dai lavori della fibra ottica ad opera di alcune compagnie telefoniche: tantissimi i disagi ovvero lunghe code di automobili manto stradale ancor più rovinato, ed addirittura in alcuni casi anche delle tubazioni danneggiate di gas o approvvigionamento idrico, creando innumerevoli disagi ai residenti delle zone interessate.
Ne evidenzia la problematica il consigliere della V Circoscrizione Dott. Franco Laimo; secondo il rappresentante del civico consesso non vi sono adeguati controlli su taluni lavori e perdipiù la viabilità non è supportata adeguatamente dall’ausilio di vigili urbani.
I lavori inoltre vengono fatti ad orari assolutamente proibitivi per il regolare flusso veicolare creando immani disagi a tutta la collettività.
Per tutta la giornata di oggi poi si sono registrati disagi e lunghissime code di automobili sulla circonvallazione; nella fattispecie sul Viale Regina Elena, ma gli effetti si sono registrati a catena anche sul viale Annunziata, Via Nuova Panoramica e parte del Viale Giostra.

Momenti difficili, racconta Laimo, anche durante il passaggio di un’ autoambulanza che ha rischiato di rimanere bloccata nelle lunghissime file.
Mediante il cd Decreto Scavi, queste compagnie hanno la facoltà di effettuare tali tipi di lavori senza dover dare un adeguato preavviso nè all’amministrazione comunale, che al dipartimento interessato, rendendo passiva l’intera città.
Ma chi controlla chi? È possibile restare inermi a tutto ciò?
Laimo poi si sofferma sulle malandate e precarie condizioni del manto stradale del Viale Regina Elena, che necessita di un urgente ed improcrastinabile manutenzione ed intero rifacimento, ritenendolo “vergognoso e quasi impraticabile”, soprattutto nel tratto fra la clinica Cappellani e l’ex C.U.S.; occorre intervenire immediatamente senza aspettare futuri ed incerti bandi di gara.
Da oltre un ventennio l’importante e frequentatissima arteria non viene ribitumata.