Crea sito

“La sicurezza nelle città”, molto partecipato l’incontro della Lega con i messinesi [VIDEOINTERVISTE e FOTOGALLERY]

Molto partecipato l’incontro dal tema “La sicurezza nelle città”, il Decreto sicurezza e la Legge sulla legittima difesa, organizzato dall’ex deputato regionale Nino Beninati, che si è tenuto a Messina oggi sabato 9 marzo alla Chiesa di Santa Maria Alemanna.

Sono intervenuti il senatore della Lega Gianni Tonelli, segretario della Commissione parlamentare d’inchiesta sulle mafie; Fabio Cantarella assessore comunale di Catania e responsabile Enti Locali Lega Sicilia; Igor Gelarda, capogruppo Lega Consiglio comunale di Palermo e responsabile Enti locali Sicilia; Giovanni Scavello Presidente III e IV commissione Comune di Messina; Nino Beninati ex deputato regionale.

Hanno moderato l’incontro il Prof. Dino Bramanti capogruppo della Lega al Consiglio comunale di Messina e Matteo Francilia, sindaco di Furci Siculo e responsabile provinciale della Lega.

“Vogliamo portare nell’Unione Europea un modo di concepire l’Europa opposto a quello odierno. L’Europa non può’ essere un giocattolo per i potenti per indirizzare il futuro dei popoli. Deve essere al contrario un luogo dove i popoli portano le loro istanze e chi è capace e competente li realizza. Portiamo in Europa democrazia”. A dirlo Fabio Cantarella assessore comunale di Catania, responsabile enti locali Lega in Sicilia e possibile candidato della Lega alle prossime elezione europee durante una convention del partito a Messina nella chiesa Santa Maria Alemanna su ‘La sicurezza nelle città. Il decreto sicurezza e la legge sulla legittima difesa”. “Il decreto sicurezza di cui parliamo oggi – prosegue Cantarella – non è solo sull’immigrazione, sono tante le misure che introduce tra cui il potenziamento dell’agenzia per i beni confiscati alla mafia. E’ un decreto che fornisce strumenti utili ad esempio attraverso la misura dell’ordinanza anche ai sindaci. E’ indispensabile spiegarlo e studiarlo perché non è quindi utile solo per l’immigrazione ma per molto altro”. Anche Igor Gelarda Capogruppo della Lega al Consiglio Comunale di Palermo, Responsabile enti locali Lega in Sicilia e anche lui possibile candidato alle Europee ribadisce: “Questa Europa non ci sta bene e l’Europa della finanza sull’economia e non è l’Europa delle famiglie. Non è l’Europa che vuole la Lega”. “Vogliamo – prosegue Gelarda -continuare in questi giorni a spiegare che il decreto sicurezza protegge le gente sotto vari punti di vista, noi mettiamo al centro della nostra azione politica la sicurezza, senza di questa non c’è libertà”