Crea sito

Movimento antirazzista ha manifestato davanti l’hotspot di Messina -VIDEO

Quaranta attivisti del movimento antirazzista e di Casa Rossa hanno manifestato oggi pomeriggio davanti l’hotspot di Messina dove al momento ci sono altri migranti che si trovavano sulla Diciotti. “In tante e tanti sabato 25 Agosto 2018- dice Antonio Mazzeo giornalista e tra i promotori dell’iniziativa- abbiamo partecipato alla manifestazione contro la detenzione illegale dei migranti sulla nave Diciotti. Per giorni i migranti, la gran parte con diritto di richiedere protezione umanitaria e asilo perché provenienti dall’Eritrea, hanno atteso sul ponte di una nave prima di essere trasferiti nell’hotspot dell’ex caserma di Bisconte di Messina. Una prassi ben consolidata per l’identificazione da parte di Frontex, contro cui gli antirazzisti ci siamo da sempre battuti. Dopo giorni di grande partecipazione e importanti presidi al porto di Catania, la questione resta drammatica anche nell’hotspot di Messina. Le persone presto saranno ricollocate e divise in quote senza che sia chiaro il criterio con cui ciò sta avvenendo. Altrettanto grave è la scelta politica orientata dai ricatti del ministro Salvini che dall’inizio del suo mandato minaccia l’Europa sulla pelle dei più deboli per smistare i migranti in altri paesi, altrimenti non autorizza gli sbarchi.
E’ inammissibile che si continui a usare prepotenza politica e sociale nei confronti dei migranti della nave Diciotti che non devono essere trasferiti in Albania, cioè verso uno Stato che non è nell’Unione Europa e che, – come sottolinea Lorenzo Trucco dell’ASGI (Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione)-, nei fatti diventa un allontanamento coatto che non garantisce il diritto d’asilo ai migranti sbarcati in un porto italiano”.