Crea sito

“Pompieropoli”, Vigili del Fuoco e la promozione dello Sport e della Cultura della Sicurezza nell’Emergenza [FOTOGALLERY]

Nelle Isole Eolie continuano le manifestazioni promosse dal Comando di Messina che anche nella mattinata di giovedì 30 maggio a Lipari (ME), ha svolto una serie di attività contemplate nel progetto“ Il C.N.VV.F. e la promozione dello sport e della Cultura della Sicurezza nell’Emergenza”.
Nella piazza antistante il Palazzo comunale, i vigili del Fuoco messinesi e quelli di Lipari hanno accolto centinaia di ragazzi e bambini delle Scuole delle Isole Eolie, sia attraverso una particolare prova dimostrativa SAF, con discesa dalle mura dello splendido Castello “Luigi Bernabò Brea”, che una mostra espositiva con stand NBCR , Specialisti Nautici ed attività di “Pompieropoli” gestita dall’ANVVF di Messina.
Nelle prova SAF, particolarmente complessa e suggestiva, è stato simulato il recupero di ferito in quota sulle mura perimetrali del Castello adibito a Museo Archeologico.

L’Esposizione, di curata da Specialisti Nautici e di Operatori NBCR del CNVVF, ha consentito, attraverso video e dossier fotografici, di illustrare ai ragazzi e cittadini presenti, di conoscere l’operatività sia dei nucleo NBCR che degli specialistici nautici, mettendo in rilievo le modalità di impiego delle unità Nautiche VV.F. in ricerche e soccorso SAR e antincendio Navale SAP;
Particolare ammirazione per i ragazzi e bambini ha suscitato la “Pompieropoli” gestita dall’ANVVF e dal personale VF Operativo che ha condotto e mantenuto in “condizioni di assoluta sicurezza” i numerosissimi “mini pompieri eoliani” che hanno voluto mettere in prova le loro abilità, partecipando a svariate simulazioni. Sono stati rilasciati di circa 400 Attestati per coloro che, mettendosi alla prova di coraggio e destrezza, hanno mostrato le abilità e la destrezza acquisita nelle stesse prove di “Pompieropoli”.

 

Nell’occasione il Comando di Messina ha anche inviato nell’isola dei funzionari tecnici che hanno tenuto alcuni “incontri dimostrativi sui principi dell’incendio”, a cittadini, a ragazzi e bambini delle scuole eoliane.
Alle svariate attività svolte hanno assistito diversi studenti, docenti e dirigenti scolastici delle scuole Primarie e Medie Superiori delle Isole Eolie, comprese quelle di Lipari (circa 500 alunni), nonché cittadini e turisti.
Bellissimo ed interessante è stato il contatto tra i Vigili del Fuoco e la numerosa folla di alunni (bambini e ragazzi), del personale docente e dei dirigenti e cittadini che interagendo direttamente con diverse unità di Vigili del fuoco presenti, hanno avuto modo di far visitare gli stand espositivi allestiti per l’occasione, concretizzandosi un forte feedback con domanda/risposta sia su tecniche di intervento in mare che su ricerca e soccorso SAR e antincendio navale nei porti SAP e in mare aperto.
Altrettanto interesse ha suscitato la strumentazione di ricerca e soccorso in ambienti contaminati da rischi Nucleari Radiologici e batteriologici e Chimici con strumentazione in dotazione ai nuclei NBCR, i cui operatori VF presenti hanno saputo ben gestire illustrando con semplicità apparecchiature e funzionalità di strumenti professionali come l’FH-40 con sonda di ricerca e sonda di contaminazione e l’Udr13 – Kempro – Multigas/Pid.

Il Comandante provinciale Ing. Mario Falbo, seppure oggi non presente sullo scenario della manifestazione, ha voluto esprimere grande e lodevole riconoscimento per la ottima attuazione di un progetto ambizioso realizzatosi grazie anche alla disponibilità dell’Amministrazione Comunale e dei numerosi ed insostituibili Vigili del Fuoco in forza al Comando, che hanno voluto esserci, unitamente al personale VF in quiescenza dell’ANVVF che ha anche voluto mettere a disposizione tutte quelle attrezzature per le attività di pompieropoli, proprio perché sono state il fulcro della “manifestazione dei e per i ragazzi” i quali hanno trovato molto interessanti e coinvolgenti, tant’è che si sono prodigati e “messi in gioco” provando realmente l’emozione di essere dei “piccoli pompieri” seppure per un giorno, con tanta allegria e soddisfazioni per avere appreso e conosciuto non solo i principali pericoli che quotidianamente ci sono, ma anche ciò che è il vero compito e lavoro dei Vigili del Fuoco, generosamente definiti dai ragazzi come “gli Angeli Rossi”, grazie anche alla splendida giornata di sole ha permesso di potersi esprimere al meglio in uno scenario emozionante, anche con la sinergia ed i contributi preziosi da tutte le altre componenti istituzionali ed associazioni di volontari di protezione civile locali presenti sullo scenario espositivo/dimostrativo.