Crea sito

Salario minimo, Catalfo (M5S): Tema complesso, ascoltiamo le parti. Imprescindibile intervenire.

Sono in pieno svolgimento in Commissione Lavoro del Senato le audizioni sul salario minimo orario e la Presidente, la senatrice catanese Nunzia Catalfo (M5S), fa il punto su quanto emerso nel corso della seconda giornata di confronti, dichiarando che “Quello del salario minimo è un tema complesso che va affrontato nel modo giusto, ascoltando tutte la parti coinvolte. E’ certamente un tema degno di attenzione su cui intervenire”.

“In Italia – precisa la senatrice pentastellata – abbiamo salari troppo bassi.L’INPS, proprio oggi in audizione ha spiegato come il 22% dei lavoratori dipendenti delle aziende private abbia una retribuzione oraria inferiore ai 9 euro lordi, la soglia minima stabilita dal nostro disegno di legge. E’ in atto un dumping salariale che spinge le retribuzioni verso la soglia di povertà. Introdurre, quindi, il salario minimo orario è prioritario per fermare questa corsa al ribasso. Dal 1999 al 2017 la crescita media annua dei salari è stata dell’1,6%. La più bassa di tutta l’Unione europea”.

Conclude la catanese Catalfo: “Sottopagare un lavoratore comporta, molto spesso, un calo della produttività con tutte le conseguenze negative che ne derivano. Anche in questo senso quella sul salario minimo orario rappresenta una misura ineludibile. E’ imprescindibile intervenire”.