Crea sito

Sarà abbattuta e bruciata la mucca ritrovata ieri a Messina, appello al sindaco De Luca

Se non si trova il proprietario entro oggi, probabilmente domani mattina sarà abbattuta e bruciata la mucca ritrovata ieri a Messina. La povera vacca era stata avvistata nelle prime ore del mattino a vagare per le vie del centro. Grazie all’intervento di un veterinario, è stata “parcheggiata” per un notte all’interno di un condominio in via Lombardia. Sul posto è intervenuta anche la Polizia Municipale, ma purtroppo ogni tentativo di risalire al proprietario è stato inutile. Dai controlli è emerso che la mucca è sprovvista di microchip e per tali ragioni è stata trasferita al macello NISI CARNI di Fiumedinisi. Secondo i Reg CE 494/1998 e 1053/2010, non essendo stato trovato il proprietario, dovrà essere abbattuta e distrutta. La mucca ha circa due anni di età e sembrerebbe in ottime condizioni di salute. In questa ore è stato inviato un appello al sindaco di Messina Cateno De Luca affinché intervenga e trovi una soluzione diversa per salvare l’animale da morte ingiusta. 

Abbiamo contattato telefonicamente l’assessore delegato Massimo Minutoli che ci ha riferito di “essersi preso carico del problema fin da subito e che insieme a diverse associazioni animaliste e all’ente nazionale protezione animali si è immediatamente attivato per trovare nei prossimi giorni una sistemazione all’animale in una struttura per scopi non alimentari. L’assessore ha inoltre precisato che ieri, dopo avere chiesto notizie sulle condizioni di salute dell’animale al veterinario dell’ASP a cui era stato affidato il caso, si è mosso insieme alla Polizia Municipale alla ricerca di una sistemazione presso struttura adeguata e che nessuna richiesta di abbattimento è mai partita da Palazzo Zanca. L’assessore chiarisce inoltre che “il cortile sede del ricovero temporaneo è stato bonificato a norma di legge”