Crea sito

“Scrittura Frontale” di Vincenzo Celi dal 21 dicembre al Teatro Vittorio Emanuele

Alle ore 18:30 di sabato 21 dicembre 2019, la sezione Arti Visive del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, “L’Opera al Centro”, curata da Giuseppe La Motta, propone a chiusura dell’anno 2019 il grande evento “Scrittura Frontale”, mostra di Vincenzo Celi.
L’evento si articola in tre percorsi:
• un nucleo centrale di opere di più recente produzione, affiancate ad altri momenti di ricerca;
• un percorso di opere di grafica e di altre legate a particolari tecniche espressive;
• un’area dedicata ad una documentazione complessiva dell’esperienza artistica e culturale dell’Artista, attraverso video, slide, materiale fotografico.
L’evento si snoda lungo un percorso attraversato da “segni” che, pur nella diversità dei linguaggi, descrivono e assemblano la “SCRITTURA” complessiva dell’opera dell’Artista, in cui le ultime produzioni sembrano dialogare con le prime e viceversa. Un filo che si riavvolge per poi espandersi in un’installazione unica dove luminosità ed energia, moto e velocità vi si moltiplicano.
“SCRITTURA FRONTALE ” è la cifra dominante di questo evento. Un tentativo che chiede allo sguardo di entrare in sintonia con le forme, i colori, i movimenti gestuali, che occupano le tele, ma anche ad oltrepassarne i confini in un “.,„continuum in cui l’immagine, per quanto variegata, modificabile e molteplice nelle sue suggestioni, resta un’immagine unitaria…. simile “ad un corpo che danza” scrive Tommaso Trini.
Non è stato facile mettere in narrazione questa esperienza. Da una parte il senso d’immediatezza che alcune suggestioni chiedono, senza misurare, voler capire, dall’altra la cifra rigorosamente teorica a fondamento di ogni opera che, talvolta, consegna un sapore più mentale e simbolico che descrittivo. Mai sicuramente concluso come mai conclusa è la sua “SCRITTURA FRONTALE”. Se mai è una sfida, una lotta contro la SCRITTURA stessa per restituirla ai segni “arcaici ” della modernità.
Il catalogo della mostra si avvale di contributi critici e testimonianze di Tomaso Trini, Vincenzo Bonaventura, Rocco Familiari, Gianluigi Calderone, Sergio Palumbo e Teresa Pugliatti.
All’inaugurazione saranno presenti il Presidente Orazio Miloro, il Sovrintendente Gianfranco Scoglio e i consiglieri di amministrazione.
La mostra potrà essere visitata dal 21 dicembre 2019 al 28 gennaio 2020 nelle fasce orarie 10-13 / 16-19 escluso il lunedì.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com