Crea sito

“Un Campione per Amico” con A. Panatta, A. Lucchetta, F. Graziani e J. Chechi [FOTOGALLERY e VIDEOINTERVISTE]

“Un Campione per Amico” – la più importante e longeva manifestazione italiana a carattere sportivo-educativo, che proprio quest’anno celebra la sua ventesima edizione, ha scelto la città di Messina e Piazza del Duomo, si è trasformata per una mattinata in una palestra a cielo aperto, dove i quattro importanti testimonial, quattro miti dello sport italiano come Adriano Panatta, Andrea Lucchetta, Francesco Graziani e Jury Chechi, in collaborazione, per il decimo anno consecutivo, con Banca Generali, hanno insegnato ai bambini delle scuole elementari e medie inferiori, non solo i segreti per diventare dei veri campioni, ma soprattutto cosa vuol dire vivere lo sport attraverso l’integrazione, il rispetto delle diversità, la determinazione e la passione nell’inseguire i propri sogni.

“Quello che ci sta più a cuore è trasmettere importanti valori ai giovani, che si devono approcciare allo sport con il sorriso, la voglia di stare insieme, di socializzare”. A dirlo il campione di calcio Francesco Graziani stamani a Piazza Duomo a Messina partecipando insieme ad altri tre miti dello sport italiano Adriano Panatta, Andrea Lucchetta, e Jury Chechi alla manifestazione a carattere sportivo-educativo organizzata da Banca Generali “Un Campione per amico”. Piazza del Duomo, si è trasformata in una palestra a cielo aperto, dove i quattro importanti testimonial hanno insegnato ai bambini delle scuole elementari e medie inferiori, non solo i segreti per diventare dei veri campioni, ma soprattutto cosa vuol dire vivere lo sport attraverso l’integrazione, il rispetto delle diversità, la determinazione e la passione nell’inseguire i propri sogni. “Nei nostri tour – prosegue Graziani – spesso incontriamo bambini che sono troppo legati alla tecnologia e mangiano male, vogliamo far capire loro che fare dello sport li aiuta a crescere meglio e gli da degli stimoli. Molto felice di essere presente anche Andrea Lucchetta che ha aggiunto: “Salute e sport devono andare a braccetto, ma si deve essere in grado di poter far esercitare i ragazzi facendoli divertire. Lo sport, la salute e il divertimento danno la possibilità ai giovani di essere inseriti in un qualcosa di gratificante. Questa manifestazione ci da la possibilità di giocare con più 20 mila bambini l’anno e abbiamo capito quanto sia importante la condivisione di esperienze nel territorio. La Federazione della pallavolo è molto attiva a Messina e avrò quindi a maggior ragione la possibilità di stare con i bambini che avranno un contatto importante etico e valorariale in linea con la manifestazione organizzata da Banca Generali”. Soddisfatto anche Giancarlo Ferretti responsabile Sicilia Banca Generali: “Sono ormai dieci anni che organizziamo ‘Un campione per amico”, non è un evento solo sportivo ma vuole trasmettere valori di vita. Vogliamo far approcciare i più piccoli allo sport attraverso questi grandi campioni. A questo abbiamo aggiunto altri due progetti, uno per indirizzare i più piccoli ai primi rudimenti della finanza e uno sociale per raccogliere fondi per le famiglie in difficoltà”. Entusiasta anche il più volte vincitore alle olimpiadi Yuri Chechi che sottolinea: “E’ importante avvicinare i ragazzi allo sport, durante questa manifestazione notiamo che fanno poca attività fisica nelle scuole e anche fuori dall’orario scolastico; quindi cerchiamo di stimolarli a fare di più perché può fare loro solo bene. C’è la disponibilità da parte degli istituti scolastici a fare più attività motoria, d’altronde dopo che provano a fare con noi degli sport che magari non hanno fatto mai come la ginnastica sono molto felici, e chiedono informazioni per continuare anche dopo. C’è una cultura limitata nel nostro paese che andrebbe migliorata per quanto riguarda l’educazione all’attività fisica; le famiglie, la scuola e gli organi di informazione possono fare molto, tutti insieme possiamo migliorare la situazione”.