25 Giugno 2024 - 02:01

Anniversario strage di Capaci, Mcl rinnova appuntamento all’ulivo della scalinata Rosa Donato “Per lo Sviluppo contro le Mafie”

Per il settimo anno consecutivo il Movimento Cristiano Lavoratori è tornato sulla Scalinata Rosa Donato di via XXIV Maggio con l’appuntamento “Per lo sviluppo contro le mafie”. Un’iniziativa che dal 2017 MCL promuove per consentire ai giovani studenti della città di incontrare “testimonial di legalità” e confrontarsi su legalità, contrasto alle mafie, cittadinanza attiva e responsabile.
Quest’anno è stata la volta dei ragazzi degli istituti I.I.S Boer-Verona Trento e Liceo Scientifico Seguenza che alla presenza del Presidente per il Tribunale per i minorenni, dott.ssa Francesca Pricoco, hanno narrato la legalità quotidiana, la loro idea di contrasto alle mafie basata soprattutto sulla cultura, hanno ricordato le vittime delle mafie.
La scalinata si è trasformata in un laboratorio a cielo aperto di legalità, dove sono stati condivisi cartelloni, poesie e riflessioni sui temi di comunità responsabili e legalità.
Fortunato Romano, Presidente di MCL Messina, ha aperto la mattinata sottolineato, ancora una volta, il ruolo centrale dello sviluppo e del lavoro come strumenti di libertà della persona, come armi per sconfiggere le mafie. “Siamo convinti che lavorare per costruire sviluppo, per costruire occupazione e lavoro sia indispensabile per garantire legalità nei nostri territori. Vanno sostenute, prosegue Romano, le agenzie educative…in primo luogo le scuole. Va ricercata la legalità sempre, nei comportamenti, nella professione, nelle Istituzioni”.

La Presidente Pricoco ha aperto il dialogo con i giovani studenti: “Il ricordo della strage di Capaci suscita commozione e condivisione nel contrasto alle mafie, promuovendo una vita di comunità nel rispetto dei diritti fondamentali della persona umana, come indicato dalla nostra Costituzione e dalla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia. Speriamo che attraverso l’impegno delle nuove generazioni possa essere coltivata la speranza nel cambiamento per cui magistrati come Falcone e Borsellino hanno dedicato la loro funzione di Giustizia”.

A chiudere Elisa Furnari, Presidente di Fondazione Ebbene, è intervenuta evidenziando come la legalità vada costruita quotidianamente perché “è qualcosa che si costruisce ogni giorno e quindi l’augurio è che vi ricordiate che siete indispensabili per combattere le mafie. Ascoltare voi ci ricorda che abbiamo ancora qualcosa da imparare”.

L’iniziativa, che rientra nel progetto “Comunità Rigenerate”, è stata inserita in un cartellone nazionale di iniziative promosse dalla Fondazione Ebbene ed ha ricevuto il patrocinio di Fondazione Falcone.

A conclusione della giornata i ragazzi presenti hanno donato una maglietta di sensibilizzazione contro la mafia alla Presidente del Tribunale per i Minori e dei “segnalibro di Legalità” a tutti i presenti in ricordo della giornata e del loro impegno contro le mafie.