15 Giugno 2024 - 18:47

Arrestati Tre Presunti Autori di Furti a Falcone e Oliveri, Utilizzavano Appartamento a Furnari come Deposito della Refurtiva

Nell’operazione condotta all’alba di oggi dai Carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, su disposizione del GIP del Tribunale di Patti, tre individui di origine catanese sono stati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. Sono accusati di vari reati di furto aggravato, tra cui il furto in una scuola primaria a Falcone e in un’ex scuola media trasformata in sede di un gruppo scout a Oliveri, oltre al furto di attrezzature sportive per windsurf e barche da rimessaggio.

L’attività investigativa è stata avviata in seguito alle denunce presentate dalle vittime dei furti subiti nei Comuni di Oliveri e Falcone nella notte tra il 4 e il 5 ottobre 2023. Grazie alle testimonianze e all’analisi dei filmati delle telecamere di sorveglianza, i Carabinieri sono riusciti a individuare i presunti autori dei reati e a localizzare un appartamento a Furnari, utilizzato come deposito della refurtiva.

Secondo quanto ricostruito, i tre malviventi, a bordo di un’auto, hanno prima preso di mira la scuola a Falcone, penetrando all’interno e asportando sei notebook. Successivamente, si sono diretti alla ex scuola media di Oliveri, dove hanno rubato una cassetta di attrezzi da lavoro. Infine, hanno compiuto un furto in un rimessaggio di barche e attrezzature sportive a Oliveri, portando via attrezzature, strumenti e motori fuoribordo di considerevole valore.

L’operazione odierna testimonia l’impegno costante della Procura della Repubblica di Patti e dei Carabinieri nel contrastare i reati contro il patrimonio. Si invita la cittadinanza a denunciare anche i furti di minore entità, in quanto utili per individuare i responsabili.

Tutto quanto sopra riportato è nell’ambito del diritto di cronaca, garantito costituzionalmente, nel pieno rispetto dei diritti degli indagati, i quali sono da considerarsi presumibilmente innocenti fino a prova contraria secondo la sentenza irrevocabile che accerti la loro responsabilità. Si precisa che il processo si svolgerà con la presenza delle parti e delle relative difese davanti a un giudice terzo e imparziale, potendo concludersi anche con l’assoluzione degli indagati.