14 Luglio 2024 - 13:10

Atti persecutori contro l’ex datrice di lavoro, 25enne arrestato

Ieri pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Falcone hanno arrestato un 25enne in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Patti. L’ordinanza è stata richiesta dalla Procura della Repubblica locale, guidata dal Procuratore Capo dott. Angelo Vittorio Cavallo, a seguito della querela presentata da una ex datrice di lavoro presso la stessa stazione dei Carabinieri.

Secondo quanto emerso, il giovane è accusato di atti persecutori nei confronti della donna, in seguito al licenziamento da parte sua. Le indagini condotte dai militari hanno documentato diverse azioni moleste compiute dall’arrestato, le quali hanno giustificato la richiesta di custodia cautelare avanzata dal sostituto Procuratore della Repubblica di Patti, Dott.ssa Antonietta Ardizzone.

Le condotte ripetute dell’uomo hanno creato un clima di intimidazione tale da suscitare un fondato timore per l’incolumità della vittima e dei suoi familiari. In più occasioni, l’arrestato si è appostato sia all’interno che all’esterno del luogo di lavoro, molestato e intimorito clienti e dipendenti presenti.

Attualmente, il 25enne si trova detenuto presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

È importante sottolineare che, in conformità al principio costituzionale del diritto di cronaca e nel rispetto dei diritti dell’indagato, il quale è presunto innocente fino a prova contraria, il processo si svolgerà in contraddittorio con le parti e le difese dinanzi a un giudice terzo e imparziale. Solo al termine di questo procedimento si potrà stabilire con certezza la responsabilità dell’indagato.

Questa notizia è resa disponibile nel rispetto della necessità di informare l’opinione pubblica, mantenendo integri i principi fondamentali della giustizia e della tutela dei diritti delle persone coinvolte.