25 Giugno 2024 - 00:52

Cateno De Luca annuncia Conferenza Stampa Dopo Dimissioni dall’Ospedale e riceve Sostegno dai suoi Consiglieri

Cateno De Luca, tramite una nota stampa del Presidente del Consiglio comunale Pergolizzi, ha ricevuto un sostegno quasi unanime da parte dei consiglieri comunali dei gruppi affiliati a lui, mentre è stato annunciato che terrà una conferenza stampa domani pomeriggio dopo le sue dimissioni dall’ospedale. I consiglieri, appartenenti ai gruppi “Sud chiama Nord”, “Basile Sindaco di Messina” e “Con De Luca per Basile Sindaco”, hanno espresso solidarietà e apprezzamento per il suo impegno politico e per la sua rapida guarigione. Tuttavia, la firma di Rosaria Di Ciuccio, precedentemente associata a De Luca, non compare nella lista dei sostenitori, suggerendo un possibile allontanamento verso il deputato regionale Alessandro De Leo.

Il comunicato sottolinea l’impegno dei consiglieri nel sostenere il programma politico-amministrativo del Sindaco Federico Basile e nel continuare l’opera avviata da De Luca, con l’obiettivo di migliorare i servizi urbani a Messina. Inoltre, si evidenzia l’importanza di un impegno collettivo in vista delle prossime elezioni europee e si promette di lavorare uniti per garantire una rappresentanza efficace nel Parlamento Europeo.

La conferenza stampa di De Luca, prevista per domani alle 16.00, che potrebbe fornire ulteriori dettagli sul suo stato di salute e sulla prosecuzione della campagna elettorale, segue il suo ricovero in ospedale dal 29 aprile a causa di una polmonite acuta. La sua leadership è considerata cruciale per il cambiamento positivo auspicato in Europa, e i firmatari si impegnano a lavorare per assicurare un risultato significativo nelle elezioni europee, oltre a prepararsi per le future competizioni elettorali.

A firmare i consiglieri: Giuseppe Busà, Salvatore Caruso,  Francesco Cipolla, Nicoletta D’Angelo, Antonia Feminò, Serena Giannetto, Margherita Milazzo, Raimondo Mortelliti, Salvatore Papa, Sebastiano Pergolizzi, Raffaele Rinaldo, Giuseppe Schepis, Giuseppe Trischitta.