15 Giugno 2024 - 19:40

Controlli Milazzo: irregolarità in sei ristoranti e in un lido balneare

Negli ultimi giorni, i servizi di controllo del territorio della Polizia di Stato sono stati intensificati in provincia di Messina, sotto la supervisione del Questore Annino Gargano. Le operazioni si sono concentrate nelle città di Milazzo e Sant’Agata di Militello.

A Sant’Agata di Militello, il personale del Commissariato, supportato dal Distaccamento di Polizia Stradale locale, ha svolto controlli mirati nei principali luoghi di aggregazione giovanile e nelle fasce orarie più critiche. Durante questi controlli, sono state verificate 425 persone e 209 veicoli.

Nella serata del 2 giugno, grazie a un’attività preventiva mirata, sono state registrate sei segnalazioni per guida sotto l’effetto di alcol o droghe. Inoltre, tre conducenti sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza, con tassi alcolemici oltre i limiti di legge, e le loro patenti sono state immediatamente ritirate.

A Milazzo, gli agenti del Commissariato hanno effettuato numerosi controlli amministrativi presso esercizi pubblici per verificare il rispetto delle normative vigenti, garantendo così la sicurezza dei cittadini e degli avventori. Questi controlli hanno portato alla scoperta di violazioni e irregolarità in sei locali dedicati alla somministrazione di alimenti e bevande e in un lido balneare.

In uno di questi locali, è stata riscontrata l’organizzazione di una serata danzante senza la necessaria licenza del Questore. Negli altri esercizi, sono state rilevate irregolarità riguardanti gli impianti acustici ed elettroacustici, non conformi alle normative vigenti. I gestori dei locali sono stati sanzionati amministrativamente per queste violazioni.

I controlli della Polizia di Stato continueranno nei prossimi giorni, nell’ambito di una più ampia operazione di monitoraggio e controllo dei locali che ospitano intrattenimenti musicali e danzanti. L’obiettivo è garantire che il rispetto delle normative e delle prescrizioni imposte dalle autorità di pubblica sicurezza tuteli la sicurezza e l’incolumità del pubblico.