28 Maggio 2024 - 12:43

Controlli straordinari dei Carabinieri nel fine settimana a Milazzo, Sant’Agata Militello e Mistretta

Nel fine settimana, nella parte tirrenica della provincia, i Carabinieri delle Compagnie di Milazzo, Sant’Agata di Militello e Mistretta hanno rinforzato i servizi di prevenzione e contrasto delle condotte illecite, con particolare riferimento agli stupefacenti, alla prevenzione dei reati predatori ed alla verifica del rispetto delle norme del Codice della Strada. Nel corso dei servizi, svolti soprattutto in orario notturno, con finalità di prevenzione, mettendo in atto posti di controllo lungo le principali arterie stradali, anche con l’utilizzo dell’etilometro, sono stati controllati complessivamente 459 persone e 377 veicoli.
Nell’ambito dell’azione antidroga, a Sant’Agata di Militello, un giovane è stato denunciato per spaccio di sostanza stupefacenti alla Procura per i Minorenni di Messina, sorpreso, di sera, in una zona del centro cittadino di S. Agata di Militello, nel cedere hashish, mentre 12 persone, la gran parte dell’età compresa tra i 18 ed i 25 anni, sono state segnalate alla Prefettura di Messina quali assuntrici di droghe.
Con riferimento alle condotte illecite da parte degli automobilisti, i militari dell’Arma, predisponendo controlli anche nelle vicinanze di locali notturni e alle zone della movida, hanno denunciato nove persone per guida sotto l’influenza di alcool, risultate positive con tassi alcolemici ben superiori ai limiti previsti, e altre due per guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti, condotte gravissime che mettono in serio pericolo conducenti, passeggeri e pedoni. Un altro automobilista, che si è rifiutato di sottoporsi alla verifica dell’etilometro, è stato comunque denunciato.
Numerose le contravvenzioni al Codice della Strada, avendo i militari concentrato l’attenzione soprattutto sui comportamenti che statisticamente possono provocare incidenti o causare gravi danni, come l’uso del cellulare alla guida, l’inosservanza delle condizioni di sicurezza per il sorpasso, la velocità non commisurata, oltre alla circolazione con patente scaduta o sospesa e l’inottemperanza all’alt da parte dei militari dell’Arma.