14 Luglio 2024 - 12:47

Emergenza Stromboli: Centro Coordinamento Soccorsi in Prefettura

A seguito dell’intensa attività vulcanica registratasi sull’isola di Stromboli, sono state adottate misure significative per gestire la situazione emergenziale. Il Capo Dipartimento della Protezione Civile ha convocato una riunione straordinaria con i Centri di Competenza e il Dipartimento di Protezione Civile della Regione Siciliana. Durante questo incontro è stato deciso di innalzare il livello di allerta nazionale da “Attenzione” a “Preallarme” e di modificare il livello di allerta da “ARANCIONE” a “ROSSO”, segnalando un’attività eruttiva molto alta.

In risposta a questa escalation, è stato istituito il Centro Coordinamento Soccorsi in Prefettura, presieduto dal Prefetto di Messina, con l’obiettivo di monitorare costantemente e aggiornare sull’evolversi dell’attività vulcanica. La sera stessa, si sono attivate la Guardia di Finanza e la Capitaneria di Porto per sorvegliare lo specchio d’acqua circostante e le acque costiere dell’isola.

Nella mattinata successiva, si è riunito il Comitato Operativo di Protezione Civile Nazionale su convocazione del Capo Dipartimento della Protezione Civile. Durante questo incontro, al quale ha partecipato il Centro Coordinamento Soccorsi presso la Prefettura di Messina, sono stati valutati gli sviluppi dell’emergenza in corso e definiti i piani operativi per la gestione dello stato di allerta.

Per garantire la sicurezza pubblica e privata, il Sindaco di Lipari ha emanato un’ordinanza che proibisce l’arrampicata sullo Stromboli e l’avvicinamento alle spiagge durante le ore notturne. È stato altresì vietato l’approdo delle unità navali non di linea che effettuano escursioni turistiche giornaliere, nonché la sosta o l’ancoraggio in prossimità della costa.

In anticipazione di possibili emergenze sanitarie, sono state allertate le strutture ospedaliere e sanitarie della Città Metropolitana, i Sindaci dei Comuni costieri e le Prefetture di Palermo, Reggio Calabria, Vibo Valentia e Salerno.

Attualmente, è in corso un’ulteriore riunione di aggiornamento del Comitato Operativo Nazionale per monitorare gli sviluppi dell’emergenza. Il Centro Coordinamento Soccorsi, presieduto dal Prefetto, rimarrà attivo fino a nuovo avviso per garantire un coordinamento efficace delle operazioni di soccorso e gestione dell’emergenza.