18 Giugno 2024 - 15:04

Gli ex militari si riuniscono a Messina per la ‘Giornata dei Leoni’: unione tra generazioni

L’evento intitolato “La giornata dei Leoni” ha riunito sia vecchie che nuove generazioni di militari messinesi in un’occasione speciale.

Oltre 150 ex militari, per la maggior parte in pensione, si sono ritrovati a Messina, provenienti da diverse parti d’Italia, uniti dalla comune esperienza di aver prestato servizio nei ranghi della Brigata Aosta a Messina.

Questo significativo evento è stato fortemente voluto dall’attuale comandante della brigata, il generale Maurizio Taffuri, ed è stato organizzato in due location prestigiose: palazzo Sant’Elia, sede del comando nel cuore della città dello Stretto, e il Forte Cavalli.

Qui, gli ex militari dell’esercito, alcuni dei quali sono ultraottantenni, hanno ricevuto un aggiornamento sulle attività della brigata negli ultimi anni, sia all’estero in luoghi come il Kosovo, l’Afghanistan e il Libano, che sul territorio siciliano. È stata posta particolare attenzione alle operazioni di soccorso durante calamità pubbliche come le alluvioni a Saponara e Giampilieri degli ultimi anni, nonché al sostegno fornito alla popolazione durante la pandemia da Covid-19.

Successivamente, grazie all’impegno dell’assessore al comune di Messina, Enzo Caruso, i veterani hanno avuto l’opportunità di ammirare le bellezze della città di Messina dal Forte Cavalli. Qui sono stati accolti dai responsabili dell’associazione Parco Museo, che si occupa della cura del forte omonimo. L’assessore ha fornito una breve ma suggestiva descrizione delle fortificazioni messinesi, mettendo in evidenza la loro importanza strategica nella difesa della città durante i conflitti mondiali, e ha ricordato il 133° anno dalla costruzione del Forte Cavalli, che cadeva in quei giorni.

Tra gli ospiti presenti vi erano anche numerose autorità cittadine, tra cui il vice prefetto vicario, dott.ssa Patrizia Adorno, e i generali di corpo d’armata dell’esercito Roberto Perretti e Michele Pellegrino, insieme al generale di divisione Roberto Angius, ex comandanti della Brigata Aosta.

L’incontro si è concluso con gli auguri di ripetere questa esperienza in futuro, al fine di consolidare il legame tra le istituzioni e i cittadini, contribuendo in modo proficuo alla crescita socio-culturale della città di Messina.