Grandi temi per la seguitissima seconda edizione del premio dedicato alla memoria di “Franz Buda”

Pubblico competente ed attento alla seconda edizione del premio “Franz Buda”, destinato a quanti si sono distinti nella tutela e valorizzazione dei patrimoni materiali ed immateriali. Il riconoscimento, la cui cerimonia si è svolta presso il “Baglio dei Principi di Spadafora”, nella frazione di Trappitello, è stato ideato e organizzato dall’Archeoclub d’Italia sede di Giardini Naxos-Taormina-Valle Alcantara, in sinergia con la famiglia Buda di cui fanno parte i figli Italo, Rosanna e Stefania assieme alla moglie dello scomparso, Pina Principato. Interessante e seguito il talk show, moderato dal giornalista, Mauro Romano che ha visto come protagonisti i premiati: Pierfranco Bruni (presidente del centro studi e ricerche “Francesco Grisi” che ha affrontato il tema delle minoranze albanesi ed ha mostrato perplessità sul recente accordo sugli immigrati realizzato proprio con l’Albania dal governo Meloni), “Feste classiche di Siracusa” (ha ricevuto il premio Fabio Granata, assessore alla Cultura città di Siracusa, proponente del riconoscimento dell’evento, quale patrimonio immateriale dell’Unesco che ha effettuato interventi a 360 gradi su numerosi aspetti dimostrandosi contrario al ponte sullo Stretto) e Nino Buda (promotore a livello internazionale del gruppo folk Naxos i cui interventi sono stati particolarmente apprezzati per i suoi aneddoti e le radici culturali su cui si basa la storia del gruppo, avviata ben 75 anni fa). Gli onori di casa sono stati effettuati dall’assessore alla Cultura di Giardini Naxos, Fulvia Toscano, che ha spiegato le ragioni di un premio prestigiosissimo ed ambito. Particolarmente soddisfatta della riuscita della manifestazione anche Tamako – Sakiko Chemi, presidente di Archeoclub Naxos Taormina valle Alcantara. Apprezzatissimo, inoltre, lo sforzo artistico di Stefania Pennacchio autrice dei premi consegnati. Applausi anche per il musicista, Giuseppe Braccio che si è esibito alla “chitarra battente” (momento a cura del Conservatorio statale Tchaikovsky in collaborazione con Accademia pianistica Italiana). Applausi anche per l’apparizione, a sorpresa, proprio del gruppo folk Naxos che ha intrattenuto i presenti con canzoni del proprio repertorio. Impeccabile, il supporto tecnico di Mario Amoroso. Tra il pubblico, infine, si sono potute notare le figure degli assessori taorminesi Jonathan Sferra e Nino Lo Monaco ed il presidente dell’assessore Aiace, Giuseppe Spartà.