19 Maggio 2024 - 04:13

Il Rally fa il suo ritorno a Messina nel cuore della città dello Stretto dopo 19 anni

Sabato e domenica prossimi, Messina sarà al centro dell’azione automobilistica con il ritorno del 20° Rally del Tirreno Messina, un evento organizzato da Top Competition in collaborazione con la Città Metropolitana di Messina, l’Amministrazione comunale, la città di Villafranca Tirrena, l’Automobile Club peloritano e alcune realtà private locali.

Il rally avrà inizio e termine in piazza Duomo, con il Campanile unico al mondo e la Cattedrale che forniranno una splendida cornice per questa competizione automobilistica. La gara fa il suo ritorno nel cuore della città dopo un’assenza di 19 anni e vedrà la partecipazione di 78 sfidanti che concorreranno per la coppa Rally 8 Zona e il campionato siciliano.

Tra gli iscritti figurano alcuni dei migliori nomi del rallismo siciliano, tra cui Marcello Rizzo ed Antonio Pittella di Messina, i palermitani Marco Pollara e Maurizio Messina, vincitori delle edizioni 2022 e 2021, e il campione italiano Rally junior Alessandro Casella. La competizione promette spettacolo e adrenalina, con numerosi altri piloti di talento pronti a gareggiare.

La presentazione dell’evento è avvenuta presso la sede della Città Metropolitana, con la partecipazione di autorità locali e organizzatori. Gli assessori al Turismo e alla Protezione Civile, il sindaco di Villafranca Tirrena, il presidente di Top Competition, il presidente dell’Automobile Club Messina e il fiduciario ACI Sport per la provincia di Messina hanno condiviso i dettagli del ritorno del rally a Messina e le specifiche tecniche della competizione.

I comandanti della Polstrada, della Polizia Provinciale e dei Carabinieri hanno sottolineato l’importanza della competizione come veicolo per promuovere il rispetto delle regole stradali e hanno offerto la loro collaborazione agli organizzatori.

L’assessore Minutoli ha evidenziato l’importanza di questo evento per la città, che riscopre una tradizione legata al rally dopo quasi due decenni di assenza. L’assessore Caruso ha sottolineato come il rally non solo rappresenti uno spettacolo sportivo, ma abbia anche un impatto positivo sul turismo locale.

Il presidente dell’Automobile Club Messina ha evidenziato il supporto costante dell’associazione agli organizzatori e agli sportivi locali, sottolineando l’importanza di questa competizione per la città. Il rally del Tirreno Messina è stato in grado di attirare un grande numero di visitatori nelle edizioni passate, e si prevede che avrà lo stesso effetto positivo anche questa volta.

Il delegato/fiduciario ACI Sport Sicilia ha sottolineato l’entusiasmo dei giovani piloti e il lavoro costante di crescita nel mondo del rally, ringraziando anche i commissari di percorso e gli ufficiali di gara per il loro contributo alla sicurezza dell’evento.

La competizione inizierà sabato 23 settembre con lo Shakedown, un test delle auto da gara, seguito dalla partenza delle auto da gara in piazza Duomo nel tardo pomeriggio. La domenica vedrà otto prove speciali su varie strade nei dintorni di Messina, con una vasta presenza di personale e mezzi per garantire il buon svolgimento della gara.

Con 323,77 km di gara, 9 prove speciali e un totale di 65,41 km di prove speciali, il 20° Rally del Tirreno Messina promette di essere un evento entusiasmante per gli appassionati di rally e un’opportunità per la città di Messina di brillare come sede di un evento sportivo di alto livello.