Incidente sulla A20: Morto la notte scorsa l’Operaio Albanese Coinvolto

Nella notte scorsa, presso il Policlinico di Messina, è avvenuto il decesso dell’operaio albanese di 43 anni coinvolto nell’incidente avvenuto sabato sera sull’autostrada A20 nel territorio di Acquedolci. L’uomo, gravemente ferito e già sottoposto all’amputazione di una gamba, non è riuscito a sopravvivere alle lesioni riportate agli arti inferiori.

L’operaio era passeggero di un furgone noleggiato, guidato da un imprenditore della zona nebroidea, mentre stavano facendo rientro a casa. L’incidente è avvenuto su un viadotto nei pressi di Acquedolci, dove il furgone ha colliso con un carro attrezzi posizionato ai margini della carreggiata. Il carro attrezzi, appartenente a un’azienda agrigentina, sembra si fosse fermato per un guasto.

Dopo l’incidente, il 43enne è stato trasportato d’urgenza al Policlinico di Messina con un elicottero di soccorso, dove è stato sottoposto a un lungo intervento chirurgico nella notte tra sabato e domenica. Purtroppo, le ferite si sono rivelate troppo gravi, portando al suo decesso nella notte successiva.

Le cause dell’incidente sono ancora in corso di accertamento, mentre i conducenti dei due veicoli coinvolti, il furgone e il carro attrezzi, hanno riportato ferite lievi, sono stati curati in ospedale e dimessi alcune ore dopo l’incidente.