15 Giugno 2024 - 19:51

Messina, addio a Michele Lanfranchi: ucciso da un colpo di pistola nella notte tra il 1 e il 2 giugno [FOTO]

L’intero Rione Giostra si stringe in un ultimo saluto a Michele Lanfranchi, il giovane di 19 anni tragicamente scomparso nella notte tra il 1° e il 2 giugno in via Michelangelo Rizzo, colpito da un proiettile.

Ieri, il corpo di Michele è stato restituito ai familiari dopo l’autopsia che, secondo i primi rilievi, potrebbe confermare la pista della tragica casualità, anche se molti dettagli restano ancora da chiarire.

La comunità ha reso omaggio al giovane con una cerimonia in grande stile nella piazzetta di villa Lina. Alle 9.30, la piazza è stata animata da fuochi d’artificio, palloncini colorati e musiche neomelodiche. Successivamente, alle 11.00, il corteo dopo avere sfilato lungo la via Garibaldi si è spostato al cimitero dove un pastore evangelico ha impartito la benedizione finale.

Ricordiamo che per la morte di Michele Lanfranchi è indagato Giovanni Laganà, proprietario dell’ex panificio, ora trasformato in abitazione, in cui sarebbe partito il colpo. Secondo le testimonianze dei presenti quella tragica notte, si tratterebbe di un incidente. Dopo lo sparo, il corpo di Michele è stato portato in strada in attesa dei soccorsi. Rimangono da chiarire la natura dei rapporti tra Michele e la famiglia Laganà, così come le circostanze della pistola trovata accanto al corpo, che secondo alcuni testimoni, il giovane si sarebbe procurato pochi giorni prima.