15 Giugno 2024 - 18:36

Messina, aperto al pubblico il nuovo Pronto Soccorso del Policlinico Universitario “G. Martino”

Si propone di offrire ai pazienti un’accoglienza ottimale durante le emergenze, in attesa del completamento del padiglione E

Con l’obiettivo di rispondere alle esigenze dei cittadini e garantire un ambiente sicuro e adeguato per gli operatori sanitari, l’Azienda Ospedaliera Universitaria “G. Martino” di Messina ha inaugurato oggi il nuovo plesso del Padiglione C, dedicato al Pronto Soccorso. Questa iniziativa, promossa dalla nuova Direzione Aziendale, si propone di offrire ai pazienti un’accoglienza ottimale durante le emergenze, in attesa del completamento del padiglione E.

L’ingresso per gli utenti che si recano autonomamente al Pronto Soccorso è stato reso più accessibile, trovandosi accanto alla banca. Un percorso separato conduce all’accesso dedicato alle ambulanze, dotato di una camera calda. Per agevolare ulteriormente l’arrivo dei mezzi di soccorso in caso di urgenza, è stato aperto un nuovo varco sul Viale Gazzi, lato Monte, previa autorizzazione del Comune di Messina.

All’interno del nuovo Pronto Soccorso sono stati realizzati una zona triage e un ampio open space, che include le diverse aree di visita. Sono state predisposte due aree specifiche per i codici gialli e rossi, oltre a una degenza con sette posti letto per l’Osservazione Breve Intensiva (OBI). Inoltre, una parte dei locali precedentemente adibiti al Pronto Soccorso sarà trasformata in una sala d’attesa più ampia, dotata di due bagni e display per monitorare i tempi di attesa e seguire il percorso del paziente.

Il Dott. Giorgio Giulio Santonocito, manager dell’AOU, ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa, mirata a garantire un’assistenza più agevole e sicura per i cittadini, nonostante l’attesa per il completamento del nuovo Padiglione E. La Prof.ssa Giovanna Spatari, Rettrice dell’Università, ha espresso il desiderio di poter presto contare sull’area di emergenza-urgenza del padiglione E, ma ha riconosciuto l’importanza di fornire fin da ora una struttura in grado di rispondere agli elevati standard di qualità e sicurezza per pazienti e personale.