15 Giugno 2024 - 19:35

Messina, Arrestato 58enne in Flagranza per Atti Persecutori ai Danni dell’Ex Moglie

Nella notte scorsa, la Polizia di Stato ha arrestato in flagranza di reato un uomo di cinquantotto anni accusato di atti persecutori nei confronti della sua ex moglie.

L’allarme è scattato intorno alla mezzanotte, quando la vittima ha chiamato il Numero Unico di Emergenza 112, segnalando alla Sala Operativa della Questura di Messina che l’uomo si trovava sotto la sua abitazione e la stava minacciando.

All’arrivo delle Volanti, gli agenti hanno trovato l’uomo sotto casa della donna, intento a minacciarla nonostante la presenza delle forze dell’ordine. Sin da subito, il cinquantottenne ha mostrato un atteggiamento ostile e intimidatorio anche verso i poliziotti. Solo dopo una lunga mediazione, gli agenti sono riusciti a far calmare l’uomo, evitando che la situazione degenerasse ulteriormente.

Le prime indagini della Polizia di Stato hanno rivelato una separazione conflittuale tra gli ex coniugi, con una serie di comportamenti vessatori e violenti ripetuti nel tempo da parte dell’uomo nei confronti della ex moglie e delle due figlie, comprese minacce continue anche via telefono.

Ricostruite le condotte del cinquantottenne, gli agenti delle Volanti lo hanno arrestato in flagranza di reato. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari.

Questa notizia viene riportata nel rispetto del diritto di cronaca costituzionalmente garantito e dei diritti dell’indagato, che, essendo nelle fasi preliminari delle indagini, deve essere considerato innocente fino a sentenza definitiva. Il processo, che si svolgerà in contraddittorio con le parti davanti a un giudice terzo e imparziale, potrebbe concludersi anche con la prova dell’assenza di responsabilità dell’indagato.