18 Giugno 2024 - 15:27

Messina, dal 5 maggio apre il bypass Baglio: ecco come funzionerà il doppio senso in tangenziale

Nel pomeriggio di ieri nella Sala di Protezione Civile della Prefettura si è riunito il Comitato Operativo per la Viabilità coordinato dalla Prefettura al quale hanno partecipato, oltre ai componenti effettivi (Polizia Stradale, Arma dei Carabinieri e Vigili del Fuoco) anche il Vice Sindaco del Comune di Messina, i Sindaci dei Comuni di Saponara, Villafranca Tirrena ed il rappresentante del Comune di Rometta, unitamente al rappresentante della Polizia Municipale di Messina, al Vice Comandante della Polizia Metropolitana, ai rappresentanti del Consorzio Autostrade Siciliane, ANAS e 118.
Nel corso dell’incontro, sono stati illustrati i lavori in argomento ed esaminate le soluzioni individuate dal CAS, dal Comune di Messina unitamente agli enti e/o amministrazioni interessate (Città Metropolitana, Comuni di Villafranca T., Rometta, Saponara, Polizia Metropolitana e ANAS) allo scopo di facilitare la fluidità del traffico veicolare, a seguito dell’attivazione della fase finale dei lavori che porteranno al completamento del viadotto “ Ritiro”.
Secondo quanto rappresentato dal Consorzio Autostrade Siciliane, in una prima fase di circa due settimane verranno mantenuti aperti gli svincoli di Giostra e di Boccetta per chi proviene da Palermo, fino a quando rimarrà operativa la sola uscita di Messina Boccetta per una durata preventivata, dalla ditta esecutrice, di sei mesi circa. Tale periodo consentirà di “ricomporre” l’ultimo tratto di viadotto mancante, fino alla riapertura definitiva, dopo oltre 6 anni di lavori, del viadotto “Ritiro”, che permetterà di giungere nella città di Messina senza alcun’altra interruzione.
In particolare, per consentire l’effettuazione di tali lavori, è stato realizzato un BYPASS autostradale all’altezza della galleria denominata “Baglio”, che devierà il flusso di veicoli sul tratto di viadotto “Ritiro” recentemente realizzato e che sarà percorribile a doppio senso di circolazione.
Mentre la viabilità in uscita da Messina non subirà variazioni, chi accede nella città dello Stretto proveniente da Palermo, troverà dettagliate indicazioni che saranno predisposte sia a cura del CAS sia a cura del Comune di Messina.
Analoghe informazioni saranno fornite dalle Polizie Municipali dei Comuni di Villafranca, Rometta e Saponara, qualora per motivi emergenziali dovesse essere deviato il traffico sull’arteria Statale che attraversa detti comuni.
Non è stato tralasciato, nel corso della riunione, l’aspetto connesso al transito di eventuali mezzi di soccorso e di emergenza, per i quali sono state fornite dettagliate indicazioni sulle modalità di percorrenza, anche a seguito della sensibilizzazione manifestata al tavolo, dai rappresentanti del 118 e dei Vigili del Fuoco.
L’impegno assunto dai tutti i convenuti è stato quello di mitigare al massimo gli eventuali disagi per l’utenza autostradale e per la cittadinanza messinese, nella considerazione che tale tratto di strada rappresenta la cd. “Tangenziale”, principale via di collegamento tra gli estremi dell’abitato urbano.
Saranno opportunamente vigilati, è stato così concordato, i punti che potrebbero comportare criticità alla viabilità, ponendo massima attenzione, in forma continua e costante, nel periodo di maggiore afflusso veicolare compreso tra il 15 luglio ed il 31 agosto prossimi, nonché in tutte le giornate contrassegnate da “ bollino nero”, principalmente per le indicazioni di traffico da e verso il continente.
Il CAS, al tavolo, ha garantito la presenza di squadre di manutenzione e viabilità operative h24 lungo l’arteria autostradale per ogni eventuale necessità, oltre l’attivazione di mirati servizi da parte di società di soccorso meccanico, abilitate all’esercizio in autostrada, al fine di poter raggiungere, nel minor tempo possibile, i luoghi di potenziale intervento.
I rappresentanti dei comuni viciniori hanno manifestato piena disponibilità a fornire ogni utile contributo sul territorio di competenza, in casi di emergenza.
L’ANAS ha garantito, anch’essa, la massima disponibilità di intervento in casi di criticità della viabilità, qualora dovesse utilizzarsi la percorrenza alternativa sulla SS.113 DIR (Granatari- Orto Liuzzo) e sulla SS.113 (zona Ritiro – Rometta).

Alla conclusione deli lavori, è stato raccomandato al CAS di mantenere elevata l’attenzione seguendo le fasi lavorative, al fine di evitare ritardi nell’esecuzione delle opere e di dare massima informazione all’utenza, alle associazioni cui fanno capo le ditte di trasporto merci nonché quelle che gestiscono i trasporti pubblici di linea, via mare e via terra. Tali comunicazioni dovranno essere ripetutamente effettuate, sia nell’ordinario sia nell’immediatezza di eventuali situazioni emergenziali che dovessero insorgere, oltre che per i periodi di previsto elevato traffico legato all’imminente stagione estiva.
Infine, sia il CAS sia i Comuni interessati, hanno assicurato la predisposizione di apposita segnaletica.