15 Giugno 2024 - 20:30

Messina, nuova violenta aggressione ai danni di un agente nella Casa Circondariale di Gazzi

Momenti di grande tensione si sono vissuti ieri mattina presso la Casa Circondariale di Gazzi a Messina, quando un detenuto di origine tunisina, contrariato dalle regole della struttura, ha attaccato un agente con delle forbici, tentando ripetutamente di colpirlo al volto. I suoi colleghi sono intervenuti prontamente ma sono stati anch’essi attaccati, con tre di loro che hanno subito ferite tali da richiedere cure urgenti presso il pronto soccorso del Policlinico Universitario.

“È ancora una volta un episodio di estrema gravità che mette in pericolo la sicurezza degli agenti che lavorano presso la Casa Circondariale”, hanno denunciato il Segretario Generale della FP CGIL, Francesco Fucile e il coordinatore provinciale Giovanni Spanò. “Gli agenti hanno anche dovuto impedire al detenuto di appiccare un incendio nella sua cella. Il ripetersi di episodi del genere rende l’operato di questi lavoratori estremamente complesso e richiede azioni concrete a tutela della loro sicurezza. Esprimiamo la massima solidarietà verso di loro e esortiamo la Direzione della Casa Circondariale di Gazzi a sottoporre l’operato dei poliziotti alla valutazione della Commissione Ricompense del Dipartimento e ad adottare misure concrete per garantire la loro sicurezza, considerando le condizioni sempre più difficili in cui sono costretti a lavorare”.