18 Giugno 2024 - 14:00

Messina, presentato l’evento “Notte Mariana” di venerdì 2 giugno [FOTO]

Presenti il sindaco Federico Basile e l’assessore alla Cultura Enzo Caruso, è stato presentato oggi a palazzo Zanca l’evento “Notte Mariana”, in programma venerdì 2 giugno dalle ore 19.30 alle 24, in occasione della festa cittadina in onore della Madonna della Lettera. All’incontro con i giornalisti sono intervenuti i presidenti del Cid Fortunato Marino e della IV municipalità Matteo Grasso, don Vincenzo Majuri, direttore dell’ufficio Diocesano per le confraternite e la dott.ssa Grazia Musolino, storico dell’arte.
“La Notte Mariana – ha dichiarato il sindaco Basile – è un’iniziativa lodevole e inedita che consentirà alla cittadinanza di vivere in maniera suggestiva e coinvolgente la vigilia della Madonna della Lettera. La sua realizzazione si concretizza attraverso la sinergia e la collaborazione tra istituzioni, enti e confraternite, ognuno per le proprie competenze, per scoprire il nostro territorio e conoscerlo sempre di più. La possibilità di entrare nella mia stanza giorno 2, dalle 20 alle 23, per una visita guidata ai due dipinti della Madonna della Lettera, è un altro segnale di avvicinamento tra il Comune di Messina e la cittadinanza. Del resto dal giorno del mio insediamento ad oggi ho ricevuto numerose scolaresche che hanno avuto modo di visitare Palazzo Zanca”.
“La cultura è conoscenza – ha proseguito l’assessore Caruso – e la Notte Mariana è una grande opportunità per apprezzare e tutelare ciò che è meno conosciuto. I due dipinti, presenti nella stanza del Sindaco, sono sempre stati lì dopo il terremoto e sarà possibile visionarli attraverso il racconto di guide opportunamente formate dalle dott.sse Musolino e Cicala, per avvicinare la città a siti e luoghi meno conosciuti di altri. Per questo motivo siamo grati al coordinamento delle Confraternite per aprire la città ai messinesi”. Il presidente della IV municipalità Grasso ha elogiato “il lavoro di squadra effettuato al fine di fare conoscere in maniera più approfondita possibile la nostra città e le sue bellezze”.
“Le opere da visitare al Comune – ha concluso la dott.ssa Musolino – sono molto interessanti in quanto rappresentano gli aspetti essenziali dell’iconografia della Madonna della Lettera. Il primo raffigurante l’ambasceria dei messinesi alla Vergine del XVII secolo, replica di un’opera analoga di Antonino Barbalonga, e il secondo, opera del XVIII secolo, rappresenta alla maniera bizantina ‘la veloce ascoltatrice’, cioè il dipinto antico che si trovava in Cattedrale prima della distruzione dovuta ai bombardamenti della II Guerra mondiale. Le due schede scientifiche sulle due opere sono state realizzate dalla dott.ssa Francesca Cicala Campagna”.
L’evento è promosso dal Centro Interconfraternale Diocesano con il patrocinio del Comune di Messina. Tra gli appuntamenti in cartellone, oltre all’apertura straordinaria dalle 20 alle 23 della stanza del sindaco Basile per una visita guidata ai due dipinti della Madonna della Lettera, saranno promossi in contemporanea eventi culturali in Cattedrale e nelle Chiese Catalani, San Giuseppe, Santa Caterina e Sant’Elia. In piazza Duomo l’allestimento del tappeto artistico “Vos et ipsam civitatem benedicimus”, a cura del gruppo Amici dell’Arte – parrocchia Santa Maria di Porto Salvo di Santa Teresa di Riva.