19 Maggio 2024 - 03:10

Messina, sabato 13 maggio immersione con le bombole di persone non vedenti e diversamente abili alla Cittadella Universitaria

Iniziativa organizzata da Ecosfera diving, dallo scrittore non vedente Andrea La Fauci e dall’associazione Hsa Italia

Si svolgerà sabato 13 maggio nella piscina coperta della Cittadella Universitaria all’Annunziata a Messina dalle 9.30 alle 11.30 l’evento ‘Subacquea zero barriere, il mondo sommerso per tutti in un momento di integrazione ed inclusione’. Si immergeranno persone con diverse disabilità che non hanno mai provato l’immersione con le bombole contenente aria. L’iniziativa è organizzata dal ‘Ecosfera Diving’ diretta da Domenico Majolino, dallo scrittore non vedente e membro del Club Unesco Andrea La Fauci, con la collaborazione dell’associazione Hsa Italia, associazione nazionale attività subacquee e natatorie per disabili, nota in ambito nazionale per essere specializzata nel supporto per le immersioni delle persone diversamente abili. All’evento sono stati invitati il delegato dell’Università per le politiche delle disabilità Fiammetta Conforto e l’assessora comunale per le politiche sociali Alessandra Calafiore. specializzata nel supporto per le immersioni delle persone diversamente abili. L’evento sarà presentato dal giornalista Gianluca Rossellini. Entusiasta lo scrittore non vedente Andrea La Fauci ha commentato: “Insieme a me si immergeranno altri non vedenti tra cui Raffaele Carbone, un ragazzo sordomuto e uno con lo spettro autistico. È un’iniziativa meravigliosa per superare le diversità, eliminare barriere fisiche e mentali, aumentare l’autostima e migliorare il nostro benessere psico-fisico e sociale. Questa immersione riesce a regalare emozioni nuove: sott’acqua si abbandonano le limitazioni e si è avvolti dalla sensazione unica di protezione senza ostacoli o barriere architettoniche da affrontare. Così anche il divario tra persone disabili e non, si riduce notevolmente, favorendo l’integrazione, la socializzazione e il benessere di tutti”. “Dopo tre immersioni in piscina con questa di sabato, tra circa un mese l’obiettivo – spiega Majolino – è di ripetere l’immersione a giugno ma questa volta in mare. Non è facile per chi ha delle disabilità immergersi, ma superato il timore iniziale, per loro diventa un’esperienza magnifica che auspichiamo si possa organizzare in modo costante durante l’anno”. Sarà possibile seguire l’evento in diretta nella pagina Facebook: https://www.facebook.com/Girodiboatv.