19 Giugno 2024 - 05:03

Messina, Seconda Giornata di Studi in Memoria di Franz Riccobono: Celebrazione dell’Eredità Culturale Siciliana [FOTO]

Nella suggestiva cornice della Chiesa della SS. Annunziata dei Catalani di Messina, oggi Sabato 27 Aprile 2024, si è svolta la Seconda Giornata di Studi dedicata alla memoria di Franz Riccobono, in occasione del suo 81° compleanno. Questo importante evento è stato promosso dall’Associazione Amici del Museo “Franz Riccobono”, in collaborazione con la Nobile Arciconfraternita SS. Annunziata dei Catalani.

Il programma della giornata è stato inaugurato con i saluti istituzionali di Franco Tumeo, Governatore dell’Arciconfraternita dei Catalani, di Luigi Montalbano, Presidente degli Amici del Museo, e di Marco Grassi, Consigliere Nazionale della FIDAM – Federazione Italiana degli Amici dei Musei.

La moderazione dei lavori è stata affidata allo storico e giornalista Daniele Ferrara, mentre le relazioni sono state presentate da illustri personalità del mondo accademico e culturale. Tra i relatori, si sono distinti il noto fumettista Lelio Bonaccorso, il dottore di ricerca in Scienze Politiche Domenico Mazza, l’etnomusicologo Mario Sarica e il docente universitario Daniele Tranchida.

Franz Riccobono è stato celebrato come uno dei più autorevoli studiosi del territorio siciliano, dedicando anni alla ricerca e all’approfondimento dei molteplici aspetti culturali, storici e tradizionali della regione. Autore di oltre cento pubblicazioni di carattere scientifico, il suo interesse ha abbracciato diverse discipline, spaziando dal collezionismo all’archeologia, dalle tradizioni popolari alla mitologia, dalla cartografia alla militaria, dalla genealogia all’araldica.

La Seconda Giornata di Studi in memoria di Franz Riccobono è stata un’importante occasione di riflessione e approfondimento, arricchendo il panorama culturale e accademico della città di Messina e onorando la memoria di un illustre studioso che ha dedicato la sua vita alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio siciliano.