20 Maggio 2024 - 10:55

Messina, “Una commedia divina, ma non troppo” al Palacultura vanno in scena gli studenti del liceo Archimede

“Una commedia divina, ma non troppo” è il titolo della parodia musicale, messa in scena ieri al Palacultura dagli studenti del liceo Archimede nell’ambito del PON “Musicalmente“promosso dalla dirigente scolastica Laura Cappuccio. L’opera, scritta e diretta dalla prof.ssa Cinzia Mendolia, coordinatrice del progetto Pon che ha anche avuto come tutor la prof.ssa Annapaola Asprea, è stata realizzata con l’intento di dare risalto ai tanti giovani talenti artistici della scuola. È stata una rivisitazione in chiave moderna e ironica dell’opera di Dante, con un percorso musicale perlopiù incentrato sul cantautorato italiano dagli anni ‘60 a oggi, che ha dato spazio a giovanissimi musicisti, tra cui un pianista, un batterista, tre chitarristi, cantanti e attori. I ragazzi che hanno lavorato per tutto l’anno alla messa in scena di questo musical hanno dato il meglio di sé, dimostrando quanto la musica, il teatro e l’arte in generale siano importanti veicoli di buoni sentimenti. Soddisfatta la dirigente Cappuccio che ha sottolineato l’importanza di progetti come questo, paralleli al percorso didattico, perché aiutano i ragazzi a crescere meglio. “D’altronde, prosegue, abbiamo visto che ognuno di loro ha espresso la propria creatività e anche i più timidi sono riusciti a superare se stessi. La nostra è una scuola aperta alle novità e alle nuove esigenze dei ragazzi e questo progetto, così come quello del teatro e altri offrono tante opportunità ai nostri studenti di crescere e formarsi ma anche di lavorare in gruppo e divertirsi, sono nate infatti nuove amicizie e i ragazzi hanno lavorato in totale armonia”. Ecco i protagonisti: Pierferdinando Orlandi (piano e voce), Emanuele Bonanno (batteria), Francesco Pio Martino (chitarra e voce), Emanuel Calabrese (chitarra elettrica), Noemi Conte (chitarra), Martina Arcadi (controcanto), Siria Cucinotta, Emma Napoli e Veronica Polito (coro), Annalaura Carlo, Noemi Conte, Annette Corsaro, Viviana Giunta, Marysol Mafodda, Annalaura Presti (ballerine), Santo Fazzari (Leopardi), Pierferdinando Orlandi (Dante narratore), Gabriele Mollura (Dante autore), Sabrina Salvo (Beatrice), Luca Santamaria (Virgilio), Andrea Chibbinesc (Caronte), Kirsten Keisha Joy Sacsac (Lucifero), Leonardo E. Bombara (la lupa), Alberto Nicola Tornese (il leone), Valeria Cambria e Veronica Polito (le due vespe), Andrea Priolo (Manzoni), Emma Napoli (Gertrude), Aurora Marena (Federica Sciarelli di “Chi l’ha visto?), Francesco Pio Martino (Gianciotto Malatesta e Minosse), Giada Cosenza (Francesca), Emanuel Calabrese (Farinata degli Uberti), Anthony Portovenero (Ulisse), Alessandra Ragonese (Penelope),