25 Giugno 2024 - 02:14

Premio Mia Martini: la messinese Martina Valveri tra i partecipanti della prestigiosa kermesse canora

La giovane messinese Martina Valveri è tra i concorrenti della 30° edizione del Premio Mia Martini Nuove Proposte.

Il Premio Mia Martini, ideato dal patron e regista Nino Romeo per rendere omaggio nella sua regione natia, la Calabria, alla sua amica e grande interprete del panorama musicale italiano, giunge quest’anno ad una tappa storica, celebrando i 30 anni. La kermesse, nata nell’intento di valorizzare e promuovere la cultura del canto e della musica, offre ogni anno ai giovani partecipanti occasioni d’incontro con operatori artistici, culturali e professionali del settore.

Martina Valveri, 22 anni ed una voce dalle intense sfumature soul, si appresta ad esibirsi nella prima fase della prestigiosa kermesse canora, durante la tre giorni degli Incontri artistici, dal 24 al 26 aprile all’hotel Parco dei Principi a Scalea (Cosenza).

Martina ha iniziato a studiare canto alla tenera età di 9 anni, prima a Messina e poi a Catania. Attualmente la sua vocal coach è Agata Reale, nel 2007 nel cast di Amici di Maria De Filippi. Nel 2015 ha preso parte del Sanremo Doc, evento collaterale del Festival della Canzone Italiana al Palafiori. Nel 2018 è tornata a Sanremo per Aria Sanremo, la sezione giovani del Festival, arrivando in semifinale. Ha al suo attivo numerosi concorsi e trasmissioni televisive come Insieme di Salvo La Rosa.

“Sono felice di mettermi in gioco in una manifestazione di prestigio e storica come il Premio Mia Martini, il più importante festival dopo Sanremo”, dichiara Martina Valveri, che aggiunge: “È un’opportunità di crescita personale e artistica, in cui potrò confrontarmi con altri cantanti provenienti da tutta Italia, oltre che con la giuria composta da artisti ed esperti di grande spessore. Ho scelto il brano “Portate gli uomini” di Simona Molinari perché affronta un tema, purtroppo, attuale. In questo pezzo, infatti, è contenuta una provocazione sulla strumentalizzazione del corpo femminile, invertendo i ruoli: qui, infatti, è la donna che strumentalizza l’uomo”.

Per gli appuntamenti successivi del Premio Mia Martini, in cui dal regolamento è richiesto un inedito, Martina ha già pronto un brano che ha scritto e realizzato con la collaborazione del cantante e autore Roberto Tornabene.