Saccharum conquista l’olimpo della pizza, Gioacchino Gargano tra i cinquanta migliori pizzaioli d’Italia

Non si arresta l’incetta di premi gastronomici per Saccharum, l’innovativa pizzeria ad Altavilla Milicia, a pochi chilometri da Palermo, capitanata da Gioacchino Gargano, che ha conquistato il posto numero quarantasette nell’ambita classifica 50 Top Pizza.

Trentotto anni, venti dei quali passati in cucina, Gioacchino è a tutti gli effetti uno chef prestato all’arte bianca e da grande chef sono le sue preparazioni, i condimenti e le attenzioni che dedica alla sua pizza che a buon diritto conquista conquista l’olimpo italiano con il riconoscimento della classifica curata da Luciano Pignataro, Albert Sapere e Barbara Guerra.

“Un premio a cui tenevo tantissimo -racconta commosso Gioacchino Gargano- rappresenta davvero un enorme riconoscimento per gli sforzi che ogni giorno io e la mia squadra ci troviamo ad affrontare. L’ho desiderato moltissimo, essere qui insieme a tutti i maestri della pizza italiana è davvero una grande soddisfazione che ripaga da tutti i sacrifici fatti. Sono molto felice ma penso già all’anno prossimo, per migliorare sempre di più, offrire una pizza sempre eccellente ai mie clienti e conquistare posti sempre più alti in classifica.”

Il quarantasettesimo posto della classifica 50 Top Pizza, fa di Saccharum la pizzeria più premiata della Sicilia Occidentale. L’ambito riconoscimento si aggiunge infatti al Premio Ricerca e Innovazione 2023 del Gambero Rosso, all’inserimento come new entry 2023 sulla guida di Identità Golose e alla Corona Radiosa per la Guida de Il Golosario.

Una pizzeria autenticamente contemporanea che punta tutto sulla ricerca e la sperimentazione pur rimanendo nel solco della territorialità.

Tra le ultime novità da segnalare le pizze di mare di Gioacchino Gargano, dove ingredienti semplici e impasti preparati a regola d’arte esaltano prodotti locali d’eccellenza.

Pizze estive e fresche che raccontano il mare e i suoi protagonisti: pescatori e piccoli produttori dei borghi marinari di Aspra, Porticello e Sant’Elia che ogni giorno con passione selezionano e lavorano tutto il meglio che il mare della costa tirrenica siciliana ha da offrire, perfette per una cena estiva nella grande terrazza del ristorante, da accompagnare con una buona birra artigianale o un rinfrescante cocktail o per essere abbinate ad un vino o degli interessanti champagne.

Così in Nuda e cruda una tartare di gambero rosso locale incontra la burrata di bufala, il datterino giallo semi dry e delle zucchine genovesi alla brace, mentre per la sua spick and crock Anciova, Gioacchino Gargano ha selezionato filetti di acciughe artigianali di Aspra selezione superiore, accostate a stracciata di burrata, datterino giallo e rosso semi dry, polvere di pomodoro, e basilico.

Porticello, Aspra e Sant’Elia sono borghi di mare ancora fortemente animati da una marineria molto operosa e da tante botteghe artigiane legate alla cultura del pesce e alla produzione artigianale delle sue eccellenti conserve che lo chef sceglie anche per il suo sfincione Bagherese, una pizza tradizionale del territorio interpreta in modo personale lasciando però intatti gli ingredienti originali: cipolla di Giarratana, tuma, ricotta fresca, acciughe di Aspra, mollica tostata di pane fresco e origano.