18 Maggio 2024 - 20:44

Servizio Antidroga dei Carabinieri, arrestato 38enne spacciatore di cocaina a Vulcano

Nella serata di ieri, durante i consueti servizi di controllo del territorio svolti dalla Compagnia Carabinieri di Milazzo, con particolare attenzione alle zone portuali nei pressi dei terminal degli aliscafi e dei moli delle navi di linea nell’arcipelago eoliano, i Carabinieri della Stazione di Vulcano hanno effettuato un arresto in flagranza di reato di un individuo di 38 anni per il possesso e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’operazione si è svolta all’interno di un servizio antidroga, concentrato nell’area di imbarco delle navi dirette da e per Vulcano. Durante tale servizio, i Carabinieri hanno notato un veicolo guidato da un individuo già noto alle forze dell’ordine, appena sbarcato sull’isola dalla motonave proveniente da Milazzo. L’uomo è stato fermato e sottoposto a un controllo di polizia, durante il quale è emerso che era in possesso di un involucro contenente circa 28 grammi di cocaina. Successivamente, una perquisizione estesa anche al suo domicilio ha permesso ai militari di trovare e sequestrare due bilancini di precisione e altro materiale presumibilmente utilizzato per confezionare la droga.

La quantità di sostanza stupefacente sequestrata, sufficiente per oltre 140 dosi, insieme ai bilancini di precisione e al materiale per il confezionamento, è stata confiscata e sarà oggetto di analisi da parte dei Carabinieri del R.I.S. di Messina. Nel frattempo, il 38enne è stato arrestato e, dopo aver completato le procedure di rito, è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’attività di controllo nelle aree portuali delle Isole Eolie, con l’obiettivo di contrastare il traffico di droga, continuerà anche nei prossimi giorni, vista l’alta affluenza turistica prevista nell’arcipelago eoliano per il mese di settembre. Tale azione mira a fornire una forte deterrenza ai potenziali malintenzionati che potrebbero cercare di commettere reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti.

È importante sottolineare che il procedimento si trova attualmente nella fase delle indagini preliminari e che per l’indagato si applica il principio di non colpevolezza sino alla sentenza definitiva, come previsto dall’articolo 27 della Costituzione.