18 Giugno 2024 - 15:29

ZTL, Cordoli e Piste Ciclabili a Messina: Picciotto (Confcommercio) chiede un Dialogo Costruttivo con il Comune

Il Presidente della Confcommercio Messina, Carmelo Picciotto, ha sollevato una questione scottante riguardante le recenti modifiche alla viabilità cittadina, tra cui la creazione di zone a traffico limitato (ZTL), l’installazione di cordoli, transenne e archetti parapedonali, e l’espansione delle piste ciclabili. Picciotto ha chiesto con urgenza un tavolo tecnico di discussione con il Comune per affrontare questi cambiamenti.

“Il tessuto urbano di Messina sta subendo una trasformazione notevole – precisa Picciotto – diventando sempre più frammentato in nome di una “visione” moderna della mobilità e della viabilità. Mentre tutti apprezzano la necessità di una città più moderna e accessibile, le restrizioni imposte stanno causando disagi a famiglie, anziani, lavoratori e commercianti.

La comunità commerciale di Messina ha già affrontato le difficoltà economiche causate dalla pandemia di Covid-19, e ora si trova ad affrontare ulteriori sfide con le nuove restrizioni al traffico. Le strade vuote e le vie caotiche stanno avendo un impatto negativo sulle attività commerciali che sono vitali per l’economia locale.

È importante sottolineare che i commercianti non sono contrari alle isole pedonali o alle zone a traffico limitato, ma vogliono che l’Amministrazione comunale comprenda le difficoltà pratiche che comportano queste restrizioni e non si limiti a imporre il divieto di utilizzare l’auto.

La gradualità è fondamentale in una città che sta invecchiando e spopolandosi. Le decisioni drastiche e improvvisate, come l’installazione di cordoli e transenne senza un adeguato coinvolgimento della comunità, danneggiano i negozi locali e favoriscono centri commerciali e piattaforme online.

La Confcommercio Messina chiede un dialogo costruttivo con il Comune e la creazione di tavoli tecnici per monitorare l’efficacia delle misure adottate e, se necessario, apportare modifiche. È fondamentale trovare soluzioni che tengano conto delle esigenze di tutti i cittadini e favoriscano una pianificazione del traffico più sostenibile e attenta alle esigenze del commercio locale.

In definitiva, Messina ha bisogno di una visione aperta al confronto che elimini i preconcetti e miri a una città più moderna, verde e inclusiva per tutti i suoi abitanti” – conclude il Presidente Picciotto.