22 Giugno 2024 - 08:42

Operazione anti-droga a Messina: 12 condanne per traffico di cocaina e altri stupefacenti

Nel corso di un’operazione condotta il 3 marzo scorso a Messina, più di 100 agenti hanno arrestato 15 persone coinvolte in un intricato traffico di cocaina, marijuana e skunk. I quartieri di Camaro e Santa Lucia sopra Contesse servivano da base operativa per l’organizzazione criminale, con la città di Catania e la Calabria come canali di approvvigionamento.

Dopo un’approfondita indagine che ha coinvolto intercettazioni telefoniche, ambientali, immagini di telecamere di sorveglianza, appostamenti e riscontri sul traffico di stupefacenti, il giudice Monia De Francesco ha emesso 12 condanne, variabili da 20 anni a 3 anni di reclusione, sommando oltre un secolo di carcere complessivo.

Gli agenti hanno scoperto un’organizzazione criminale operante nei quartieri messinesi di Santa Lucia sopra Contesse e Camaro, specializzata nella gestione di un vasto traffico di droghe, tra cui cocaina, marijuana e skunk, destinate al mercato locale.

Il trio di capi dell’organizzazione era composto da tre cittadini messinesi, Giovanni Cacopardo di Camaro e i fratelli Paolo e Antonino Settimo di Santa Lucia sopra Contesse, con età compresa tra i 40 e i 51 anni. Durante un arresto in flagranza avvenuto poco prima di Natale del 2021, i tre sono stati sorpresi mentre effettuavano uno scambio di cocaina in un parcheggio vicino al ponte di Camaro. Un borsone contenente quattro panetti di cocaina è stato sequestrato insieme a una somma di €70.000 in contanti. Le perquisizioni successive hanno portato al rinvenimento di oltre €180.000 in contanti presso le abitazioni degli arrestati.

Le indagini hanno anche svelato una “linea dei soldi”, seguita dagli agenti durante le cessioni di stupefacenti da parte di uno degli arrestati di origine calabrese. In un’occasione, l’uomo è stato fermato a Villa San Giovanni con quasi €105.000 in contanti, appena ritirati dai compratori messinesi.

Nonostante l’approvvigionamento principale provenisse dalla Calabria e da Catania, l’organizzazione criminale si rivolgeva anche a soggetti messinesi per reperire droghe da immettere sul mercato cittadino, evidenziando la loro stretta necessità di mantenere una presenza competitiva nel traffico di stupefacenti.

Tutti i nomi e le condanne:

Giovanni Cacopardo, 16 anni e 10 mesi

Antonino Settimo, 20 anni

Paolo Settimo, 18 anni e 4 mesi

Salvatore Culici, 13 anni e 8 mesi

Alessandro Cucinotta, 13 anni e 8 mesi

Giovanni De Cicco Cuda, 6 anni e multa di 20 mila euro

Fabio Ariganello, 6 anni e multa di 20 mila euro

Antonino Familiari, 3 anni e 6 mila euro di multa

Giovanni Nucera, 3 anni e 6 mila euro di multa

Antonino Fichera, 3 anni e 2 mesi e 8 mila euro di multa

Giuseppe Castorino, 4 anni e 8 mesi e 18 mila euro di multa

Graziano Castorino, 6 anni e 20 mila euro di multa