25 Giugno 2024 - 00:29

Messina celebra la moda e le sue stelle: standing ovation per la seconda edizione del ME Fashion Award [FOTO]

Ieri sera, al Palacultura, si è svolta la seconda edizione del ME Fashion Award, il premio nazionale che celebra i big della moda italiana, talentuosi designer, personaggi dell’innovazione e della cultura. L’evento, ideato da Patrizia Casale, giornalista impegnata anche nella promozione di grandi eventi, è stato realizzato in co-organizzazione con il Comune di Messina e patrocinato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, la Camera di Commercio di Messina, Confartigianato e Sicindustria Messina.

La serata di gala, condotta da Jo Squillo, ha conquistato il pubblico con un emozionante viaggio tra stile, cultura e spettacolo. Un momento toccante è stato il ricordo di Roberto Cavalli, il celebre stilista scomparso proprio ieri. Ben dodici le personalità premiate con il Fashion Award 2024, tra cui spiccano il “mago dei tacchi alti” Diego Dolcini, la giornalista e scrittrice Mariella Milani, il designer Christian Boaro, noto per la sua moda “fluida”, e il messinese Marco De Vincenzo, Creative Director di Etro e Leather Goods Head Designer di Fendi, che ha annunciato un’iniziativa per valorizzare la sua città natale.

Messina è stata assoluta protagonista con le sue eccellenze, come il designer e gemmologo Armando Arcovito, autore di una suggestiva sfilata e dell’esposizione della copia artistica della Corona Borbone realizzata per l’incoronazione di Re Carlo III, Antonina Irrera, Head del brand ecosostenibile “FiftyMade”, e il designer Giovanni Cannistrà, esponente dell’haute couture.

Ospite d’onore Sara Sozzani Maino, direttrice creativa della Fondazione Sozzani e International New Talent and Brands Ambassador di Camera Nazionale della Moda Italiana, che ha incontrato gli studenti del liceo artistico “Basile” di Messina e dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria.

La serata ha regalato anche momenti di spettacolo con Michelle Masullo, volto noto de “L’eredità”, nelle vesti di deejay, e il giovane performer messinese Alessandro Morabito. Spazio anche all’imprenditoria con il workshop “Startup e moda: quale futuro” organizzato da Startupitalia.

Altri premiati illustri sono stati Sofia Bertolli Balestra, in omaggio al “Blu” di Renato Balestra, premiata da Filippo Miracula, general manager e founder San Lorenzo Group, Luca Pollini, autore del libro su Elio Fiorucci, Beppe Angiolini, presidente onorario di CBI la Camera Buyer Italia, e l’azienda Miomojo, rappresentata da Claudia Pievani e Giuditta Cusini, per l’innovazione gentile e la sostenibilità.

La serata si è conclusa sulle note di “Siamo donne”, inno contro la discriminazione di genere portato a Sanremo nel 1991 da Jo Squillo e Sabrina Salerno, tema su cui il ME Fashion Award mantiene accesi i riflettori. Un evento che ha celebrato la moda, la creatività, l’innovazione e i valori sociali, consacrando Messina come città protagonista dello stile italiano.