18 Maggio 2024 - 21:56

Messina inclusa nella Mappatura Nazionale delle Rievocazioni Storiche, l’Assessore Enzo Caruso Invitato a Relazionare a Roma

La città di Messina ha raggiunto un nuovo traguardo culturale di rilevanza nazionale, venendo inclusa nell’importante mappatura delle rievocazioni storiche dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale del Ministero della Cultura. Questo riconoscimento è stato annunciato a Roma durante la presentazione del lavoro di mappatura delle rievocazioni storiche in Italia, un’impresa condotta da un gruppo di antropologi dopo un attento censimento e schedatura.

Uno degli eventi più significativi che ha portato Messina a guadagnarsi questa prestigiosa inclusione è “Lo Spettacolare Sbarco di Don Giovanni d’Austria,” un evento che fa parte dell’elenco delle rievocazioni storiche delle regioni Basilicata, Calabria e Sicilia. La Dott.ssa Bianka Myftary ha dedicato due anni per documentare le fasi di questo evento, che si svolge in riva allo Stretto di Messina. Questa rievocazione si distingue per la sua spettacolarità legata al mare e per l’eccezionale coinvolgimento di unità navali istituzionali, Enti e Associazioni, con numerosi patrocini morali che ne attestano la rilevanza.

L’Assessore alla Cultura e Tradizioni Popolari di Messina, Enzo Caruso, è stato invitato a relazionare a Roma in rappresentanza del Sindaco Federico Basile, sulla dimensione trasversale che l’evento di Messina porta con sé, insieme a oltre venti città che fanno parte della Rete euromediterranea “Lepanto. ” Questa rete promuove l’idea dello “Scontro all’Incontro” e si concentra su valori legati all’incontro e agli scambi culturali tra i Paesi del Mediterraneo.

Nel corso della sua relazione, l’Assessore Caruso ha dichiarato: “Messina, per un punto passano infinite rotte! Nel suo importante porto, si sono incrociate nei secoli le rotte di mercanti e di spedizioni militari, tra le quali quelle della Flotta che nel 1571 si andò a scontrare a Lepanto con quella dell’Impero Ottomano.” Questa storica città, cofondatrice della Rete euromediterranea “Lepanto” nel 2009, è stata sempre un crocevia di popoli e culture, e attraverso lo “Spettacolare Sbarco di Don Giovanni d’Austria,” si impegna a diffondere valori legati all’incontro e agli scambi culturali tra i Paesi del Mediterraneo.

L’evento di Messina, che ha raggiunto la sua quindicesima edizione, è un esempio di come una rievocazione storica possa trasformarsi in un evento culturale e turistico di grande impatto e richiamo mediatico. Esso offre l’opportunità di trasformare la memoria di una tragica battaglia in un’occasione per creare rapporti di dialogo interculturali, un obiettivo di vitale importanza per il Mediterraneo e oltre.

Messina continua a essere un faro di cultura e storia, dimostrando come il patrimonio immateriale possa essere valorizzato e tramandato attraverso eventi che uniscono il passato e il presente in un abbraccio culturale senza tempo.