14 Luglio 2024 - 22:37

Messina, lavori viadotto Ritiro, Gioveni: chiesta convocazione in Aula dei vertici di CAS e Toto Costruzioni

Il consigliere comunale Libero Gioveni, capogruppo di Fratelli d’Italia, ha sollecitato con urgenza la convocazione della Commissione Viabilità e Lavori Pubblici per esaminare lo stato avanzamento dei lavori di completamento del viadotto Ritiro alla presenza del Presidente del CAS, Filippo Nasca, e della ditta “Toto Costruzioni”.

Gioveni ha sottolineato la necessità di conoscere i tempi previsti per il completamento di questa infrastruttura, che ha causato notevoli disagi ai cittadini di Messina e dell’intera provincia. “Siamo giunti ad un punto in cui è assolutamente necessario conoscere i tempi di ultimazione di un’infrastruttura che ormai è diventata l’incubo dei messinesi e dei residenti dell’intera provincia,” ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia.

Il consigliere ha evidenziato che, nonostante l’arrivo dell’estate sembri ancora lontano, è fondamentale tenere conto dello stop dei lavori causato dal mancato pagamento degli stipendi, che ha influenzato il progresso dell’opera. “La città ha tutto il diritto di conoscere lo stato dell’arte e le reali tempistiche per il definitivo completamento del viadotto,” ha continuato Gioveni.

Esprimendo preoccupazione per la diminuzione degli operai sul cantiere, il consigliere si è detto scettico riguardo alle previsioni di chiusura del cantiere entro il 28 febbraio, avanzate prima di Natale. “Mi preoccupa non poco la notevole diminuzione degli operai, così come, pur volendo essere ottimista sulle previsioni date prima di Natale di chiusura del cantiere al 28 febbraio, questa data presunta di fine lavori non credo possa essere rispettata,” ha dichiarato.

Concludendo, Gioveni ha riferito di aver ricevuto rassicurazioni dal Presidente della competente Commissione consiliare, Salvatore Papa, sulla convocazione della seduta. “Sono certo che il focus che faremo in Aula su questo mega appalto del CAS ci potrà dare comunque certezze sulle tempistiche, che mi auguro, a beneficio della pazienza di tutti i messinesi, possano definirsi almeno prima dell’estate,” ha concluso il capogruppo di Fratelli d’Italia.