18 Giugno 2024 - 15:31

Messina, sold out la Prima del Musical “Cats” al Teatro Vittorio Emanuele [FOTO]

Nel buio avvolgente del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, due occhi gialli scrutano intensamente una platea colma di spettatori entusiasti, accorsi numerosi per l’attesissimo musical “Cats” di Massimo Romeo Piparo. La serata di ieri ha visto il teatro messinese gremito fino all’ultimo posto della Seconda Galleria, manifestando un caloroso apprezzamento per lo spettacolo che ha trasformato il tempio culturale messinese in un luogo di magia, confermando il sold out anche di giovedì sera.

Il palcoscenico si è trasformato in un suggestivo quartiere romano, tra capitelli corinzi, frammenti di enormi statue e la Bocca della Verità, parte integrante della scenografia magistralmente curata da Teresa Caruso. Dall’oscurità, decine di occhi dei gatti di Jellicle emergono, sinuosi e silenziosi, interagendo con il pubblico ancora avvolto nell’oscurità, fino alle gallerie più alte. Uno dopo l’altro, i gatti prendono vita sul palco, saltano, si arrampicano, si muovono agilmente, pronti a narrare le loro storie in una notte di luna, aspettando che il Gatto Filosofo scelga chi avrà il privilegio di rinascere in una delle nove vite. Una piccola variazione rispetto alla versione originale, in cui il gatto prescelto ascendeva all’Heaviside Layer, il paradiso felino.

L’adattamento italiano di Massimo Romeo Piparo, accompagnato dall’orchestra dal vivo diretta dal Maestro Emanuele Friello, si mantiene fedele alla storia ben conosciuta. “Cats” di Andrew Lloyd Webber è uno dei musical più iconici di sempre, debuttato nel 1981 basandosi sulle poesie di T.S. Eliot, raccolte in “Il libro dei gatti tuttofare” (Old Possum’s Book of Practical Cats, 1939). La struttura del musical, con i vari gatti protagonisti che si presentano con numeri musicali distinti, culmina con l’alba. La narrazione si sviluppa interamente attraverso la musica, spaziando dal canto lirico al rock, con il momento clou nel secondo atto rappresentato da “Memory”, il brano più celebre del musical, eseguito magistralmente da Chiara Canzian nel ruolo di Grizabella.

Nonostante la variazione linguistica, le canzoni originali di Webber mantengono il loro splendore, con testi che citano luoghi iconici di Roma come via Veneto e piazza Barberini. La coreografia vivace e complessa di Billy Mitchell accompagna l’energia contagiosa, il ritmo incalzante e le percussioni coinvolgenti, creando quadri suggestivi in cui i gatti si muovono con agilità e sensualità.

Giorgio Adamo, nel ruolo di Rum Tum Tugger, il Gatto Rock, che si distingue con una performance magica e rock, catturando l’attenzione del pubblico con acuti da capogiro. La Grizabella di Chiara Canzian, seppur più intima e sottile, incanta il pubblico fin dal primo momento. Nella variegata rappresentazione di personaggi, spicca la figura di Gatto Gas, il vecchio attore che, attraverso musica e danza, critica la società distratta dalla tecnologia del web e invoca un ritorno al teatro tradizionale.

In questa rivisitazione contemporanea, magica ed esplosiva, “Cats” riesce a coinvolgere diverse generazioni, affascinando nonni e nipoti. La prima serata ha visto le poltrone del Teatro Vittorio Emanuele riempirsi rapidamente, con il pubblico immerso nel mondo affascinante dei felini.