15 Giugno 2024 - 19:07

Torna il ME Fashion Award, Messina accende i riflettori sulla moda italiana [FOTO]

Presenti il sindaco Federico Basile e l’assessore ai Grandi eventi Massimo Finocchiaro, è stata illustrata oggi a palazzo Zanca la II edizione del “ME Fashion Award”, evento di moda voluto e coorganizzato dall’Amministrazione comunale insieme all’ideatrice e owner di e-motion Patrizia Casale.

“ME Fashion Award” è un premio di respiro nazionale conferito ai big della moda italiana, talentuosi designer, personaggi dell’innovazione e della cultura della moda, che si svolgerà giovedì 11 e venerdì 12 aprile al Palacultura di Messina. La manifestazione, giunta alla seconda edizione, è patrocinata dal Comune di Messina, Camera di Commercio, Confartigianato e Sicindustria e dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, e sarà realizzata con il supporto organizzativo da parte dell’Amministrazione comunale. Startupitalia promuove invece i focus dedicati all’innovazione.

“Con questa iniziativa Messina accoglie il comparto della moda – ha spiegato il sindaco Basile – e dà spazio ai giovani e alle eccellenze della nostra città. L’anno scorso abbiamo accolto la prima edizione di ‘ME Fashion Award’ con lo spirito di fare vivere direttamente un mondo che invece spesso si segue attraverso la televisione, i mezzi d’informazione e i canali social. Sono particolarmente soddisfatto dell’organizzazione di questa seconda edizione, che conferma come la manifestazione funzioni e sia cresciuta in termini di seguito e di consensi. Messina si conferma Città della Musica e degli Eventi”.

“Ancora una volta – ha proseguito l’assessore Finocchiaro – l’Amministrazione comunale è parte attiva nella costruzione e nella realizzazione di eventi così qualificati, che consentono alla nostra città di diventare sempre più attrattore turistico e allo stesso tempo favoriscono la valorizzazione nel mondo delle nostre eccellenze nei vari ambiti artistico, culturale, storico e professionale; da Messina si può partire, ma anche tornare. L’obiettivo è rendere la manifestazione sempre più strutturale”.

Di grande rilievo il parterre dei premiati, dove spicca, tra gli altri, la presenza di Marco De Vincenzo, creative director di Etro e Leather Goods Head Designer di Fendi, messinese di nascita e Sara Sozzani Maino, direttrice creativa della fondazione Sozzani e da settembre 2018 International Brand Ambassador di Camera Nazionale della Moda Italiana a sostegno della nuova generazione di designer.

In scena per ricevere l’ambito riconoscimento anche Balestra presente con la direttrice creativa Sofia Bertolli Balestra per mostrare l’attuale percorso moda del brand e rendere omaggio al “Blu” dell’indimenticato Renato Balestra; la giornalista, scrittrice e critico di moda Mariella Milani, il designer Christian Boaro cresciuto nelle grandi maison come Versace, Dolce & Gabbana, Gianfranco Ferrè e poi fondatore del suo marchio CHB che si sta imponendo nella moda italiana ed all’estero, Diego Dolcini designer di calzature noto come il Mago dei Tacchi alti per anni direttore creativo per gli accessori di Bulgari, Trussardi, Emilio Pucci, lo scrittore Luca Pollini, autore del libro dedicato ad Elio Fiorucci l’uomo che liberò la moda. Ed ancora Beppe Angiolini presidente onorario di CBI la Camera Buyer Italia, il designer messinese Giovanni Cannistrà da tanti anni nel mondo dell’alta moda, Antonina Irrera messinese head del brand ecosostenibile made in Italy “FiftyMade” pronta per un importante lancio del marchio a Dubai, l’innovazione gentile di Miomojo che produce accessori cruelty-free di lusso realizzati con i materiali più all’avanguardia presenti al mondo come il rivoluzionario tessuto spalmato prodotto dalla startup siciliana Ohoskin, creato dai sottoprodotti di arance. Presente inoltre il gemmologo e designer messinese Armando Arcovito che giovedì 11 aprile, alle 16.30, presenterà la riproduzione della copia artistica della Corona Borbone realizzata per l’incoronazione di Re Carlo III, un gioiello concesso dall’Archivio di Stato di Napoli e per la prima volta a Messina. L’opera resterà in visione al pubblico nella due giorni di moda e spettacolo al Palacultura di Messina.

Ospite del Gala di venerdì 12 aprile Michelle Masullo, la professoressa del game show l’Eredità di Rai Uno ed il performer messinese Alessandro Morabito prossimo protagonista de “I Promessi Sposi” di Michele Guardì.

Presenza significativa dell’evento sarà quella del liceo Artistico di Messina E. Basile, dell’ IIS Tecnico Commerciale A.M.Jaci di Messina e dell’Accademia delle Belle Arti di Reggio Calabria che nei pomeriggi dell’11 e del 12 aprile avranno l’opportunità di partecipare ai workshop ed ai talk con alcune delle personalità ospiti del Me Fashion Award.

Giovedì 11 Chiara Trombetta, direttrice nazionale media ed eventi di Startup Italia, presenterà il workshop “Startup e moda: quale futuro”, un viaggio attraverso l’Italia per approfondire lo stretto legame tra moda e innovazione.

Saranno presenti anche Claudia Pievani, founder e ceo di Miomojo, e Filippo Miracula, founder e manager della San Lorenzo Group, la faison siciliana dove vengono realizzate le collezioni moda di note firme italiane e internazionali ed il presidente della Camera di Commercio di Messina Ivo Blandina insieme alla segretaria generale Paola Sabella, il segretario di Confartigianato Messina Francesco Giancola e i rappresentanti di Sicindustria Messina.

Venerdì 12 aprile spazio ai temi della moda e in particolare all’incontro che Sara Sozzani Maino terrà con gli studenti del liceo artistico di Messina “Ernesto Basile”, dell’IIS A.M. Jaci e dell’ Accademia delle Belle Arti di Reggio Calabria, moderato dal giornalista Federico Poletti.

Non mancheranno infine spazi per gli ospiti dedicati alla scoperta di Messina e del suo patrimonio culturale.

ME Fashion Award è un ricco contenitore di idee e luogo ideale d’incontro tra più generazioni, un evento per capire dove va la moda oggi e…domani. Gli inviti per partecipare al Gala di venerdì 12 aprile si potranno ritirare a partire da lunedì 8 aprile al desk del Palacultura fino ad esaurimento dei posti disponibili.