24 Maggio 2024 - 18:17

A Nicosia, l’Onav provinciale di Enna incontra i vini di Casa Grazia, appuntamento martedì 23 aprile

Calici di una Sicilia inedita con i vini  bio di Casa Grazia di Maria Grazia Di Francesco Brunetti,  nella Piana di Gela nel versante assolato del sud- est della Sicilia, per l’appuntamento promosso ed organizzato dall’Onav provinciale di Enna,  a Nicosia, martedì 23 aprile alle 20,00 a Piano Zero Pub (  via F.Salomone, 21 info e prenotazioni al 327 2845301-tesoreriaenna@onav.it).  La serata è aperta sia ai soci  Onav che anche agli appassionati wine lover. Interverranno : Martina Casciana Brunetti, della  proprietà e l’enologo Alfonso Sciortino.

Vision  innovativa e identità radicata nella Riserva Naturale  del Lago Biviere, il più grande lago salato costiero di Sicilia, il mood di Casa Grazia che  fin dalla sua prima bottiglia, era il 2005, ha creduto nella valorizzazione di un terroir unico. Riconoscibilità, carattere ed eleganza, i tratti distintivi dei vini di Casa Grazia che trovano humus fertile in quelle terre sapide, ricche di sali minerali e di particolari condizioni pedeoclimatiche, unicum di biodiversità.  Casa Grazia, giunta alla terza generazione con i figli   Emilio, Myriam e la nuora Martina, è alfiere testimone  dell’unica DOCG della Sicilia, il  Cerasauolo di Vittoria.

“La sezione provinciale di Enna , nata nel 2020- spiega Paolo Daidone responsabile eventi Onav Enna-  composta da Teodoro Costa, delegato sezion, Salvatore Burrafato, vice delegato, Tiziano Burrafato, tesoriere, dai consiglieri   Salvatore Cordovana, Vincenzo Fiscella e Giuseppe Lo Votrico, è una squadra sì giovane  ma anche   una delle sezioni più attive in Sicilia, impegnata a far scoprire e a far  assaporare nuovi terroir, soprattutto siciliani perchè è proprio li che affondiamo le nostre radici, tra storia,cultura e geografia. Partendo da queste ragioni-  continua Daidone–  ecco perchè abbiamo scelto di organizzare una serata di assaggio tecnico con Casa Grazia. I loro  vini rappresentano il concetto di identità territoriale in cui l’interazione tra lago salato, terra e mare si fondono perfettamente dentro un calice di vino.La Riserva Naturale del Lago Biviere  già citato da Plinio nella sua Naturalis historia, con i suoi terreni sabbiosi-calcarei dà origine a vini di ottima finezza ed  eleganza, ma di grande personalità proprio come una donna siciliana.Non dimentichiamo inoltre che siamo nell’areale dell’unica DOCG dell’Isola,  quella del Cerasuolo di Vittoria, in cui la continua e costante ricerca degli autoctoni fa si che in tutti i vini si imprima la sinfonia del Mediterraneo, un’armonia che passa dal palato ai sensi”.

A Nicosia, un viaggio sensoriale con cinque vini in assaggio.  Si apre con il frizzante “Lagodamare”, selezione di uve a bacca bianca, si prosegue con  ” Adorè” Moscato secco Sicilia DOC, il “Laetitya”, Frappato Sicilia DOC. Omaggio alla DOCG siciliana, con il “Victorya 1607” Cerasuolo di Vittoria ed al vitigno iconico dell’Isola, con il “Gradiva”, Nero D’Avola Sicilia DOC. Vini pluripremiati, tra cui la medaglia d’oro al concorso “Gilbert &Gailland International”    attribuita al  “Lagodamare” e la medaglia d’oro al “Victorya 1607″ in occasione del prestigioso concorso internazionale di Parigi. ” Féminalise”.

“Mi piace concludere –sottolinea  Paolo Daidone– dicendo   che spesso per comprendere bene un vino bisogna aver letto una volta nella vita qualche opera di Marcel Proust in cui la costante interazione tra memoria olfattiva ed emozioni che ritroviamo dentro un calice ci permette di viaggiare e riassaporare i ricordi.